Nubifragio, ultimi interventi e polemiche. Lega: "Tosi non si cura della città"

Il segretario provinciale della Lega Nord Paolo Paternoster: "Chi governa questa città ha preferito l'impegno politico nel suo nuovo partito all'attenzione nei confronti dei propri cittadini"

Sembrano davvero gli ultimi interventi questa sera, 29 luglio, per i vigili del fuoco di Verona. Gli ultimi prosciugamenti di scantinati allagati dal nubifragio della notte tra il 27 e il 28 luglio. I vigili sono al lavoro in via Venti Settembre e in via Satiro, dopo essere stati al lavoro quasi ininterrottamente anche oggi, insieme a protezione civile, polizia municipale e con i mezzi e i tecnici di Amia, Acque Veronesi e Agsm. E gli uomini della polizia municipale hanno chiesto l'aiuto dei vigili del fuoco per un sopralluogo in via Orti Trezza dove una buca creata dalla piogga nella strada potrebbe mettere in pericolo le strutture vicine. L'esito del sopralluogo però non si conosce ancora.

albero-caduto-nubifragio-borgo-roma-2

E una nostra lettrice ci ha inviato anche una foto per segnalare quello che il nubifragio ha creato in zona Borgo Roma con la caduta di un albero sulla recinzione di un'abitazione.

Ha chiesto lo stato di calamità naturale e ha compiuto anche lui un soprallugo, il sindaco Tosi che ha promesso una gestione puntuale dell'emergenza con un ufficio dedicato in Comune. Questo però non lo salva dalle polemiche politiche con il segretario provinciale Lega Nord Liga Veneta di Verona Paolo Paternoster che scrive: "Di fronte a una bomba d'acqua di tali dimensioni, qualche disagio ci poteva stare ma vedere intere zone subire allagamenti ci fa pensare che qualcosa non abbia funzionato. Ci sembra molto strano che tombini e caditoie di intere vie non riescano minimamente ad assorbire la pioggia, come ci sembra grave che ampie zone del centro storico abbiano subito un allagamento tale da arrecare gravissimi danni a negozianti e commercianti. In questi casi la sterile polemica politica è fuori luogo ma è altrettanto chiaro che, soprattutto negli ultimi mesi, chi governa questa città se ne sia altamente fregando di problemi come questo, preferendo l'impegno politico nel suo nuovo partito all'attenzione nei confronti dei propri cittadini, scegliendo una selvaggia cementificazione, come sta succedendo soprattutto in zona fiera e Borgo Roma, piuttosto di investire tempo e risorse almeno nella manutenzione di tombini e caditoie. Restiamo allibiti del fatto che un'amministrazione in sella da 10 anni e che spera di ottenere da Renzi anche un terzo mandato, non sia nemmeno in grado di tenere puliti i propri tombini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, come cambiano le regole a Verona per il Ponte dell'Immacolata

  • Bozza Dpcm: coprifuoco Natale e Capodanno (rafforzato), sì pranzi ristorante in zona gialla

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend da 4 all'8 dicembre 2020

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

Torna su
VeronaSera è in caricamento