rotate-mobile
Cronaca

Non vuole l'alcoltest e tenta di speronare i carabinieri

In manette stanotte un giovane ubriaco che, una volta fatto scendere, ha aggredito gli agenti

Sapeva che se l'avessero fermato sarebbero stati guai. L'etilometro lo avrebbe incastrato. Per questo un cittadino di origine marocchina, verso le 2 di notte, ha fatto finta di fermarsi a un controllo dei carabinieri per poi fare inversione di marcia e tentare di speronare la gazzella dei militari dell'Arma. Gli agenti si erano accorti che qualcosa non andava quando hanno visto che una Fiat Bravo in viale Unità d'Italia, alla vista dei militari, sbandava e proseguiva la sua marcia in velocità verso viale Venezia.

Il veicolo è stato costretto ad accostare all'incrocio con semaforo tra via Torbido e viale Stazione Porta Vescovo, ma subito dopo il conducente ha tentato di scappare. Grazie ai rinforzi accorsi in zona, però, la sua fuga è durata il tempo di un'inversione di marcia. Le gazzelle hanno circondato subito la Fiat Bravo e costretto il 24enne a scendere.


L'alcoltest è stato impietoso: il livello di alcol registrato, infatti, è risultato quattro volte superiore alla norma. A quel punto il giovane, non volendosi sottoporre alla seconda prova, ha iniziato a insultare i carabinieri, aggredendoli. Portato nella caserma di via Salvo d’Acquisto è stato arrestato per resistenza, lesione personale e falsa attestazione sull’identità a un pubblico ufficiale. L'uomo ora si trova in carcere a Montorio e dovrà rispondere anche di rifiuto di sottoporsi a controlli etilometrici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non vuole l'alcoltest e tenta di speronare i carabinieri

VeronaSera è in caricamento