Lavoratori sul tetto della Coca Cola di Nogara. Lo sciopero non si ferma

I manifestanti hanno occupato anche il piazzale interno dello stabilimento. Adl Cobas: "La vigilanza privata ci ha aggredito. Un lavoratore è finito al pronto soccorso"

Non si ferma la protesta dei lavoratori di Adl Cobas alla Coca-Cola di Nogara. Sono 14 i dipendenti del magazzino a rischio ricollocazione e il sindacato ha parlato di "ricatto inaccettabile di Coca-Cola e dei consorzi e cooperative" che ha scatenato lo sciopero al oltranza.

Questa mattina, 28 marzo, i lavoratori hanno occupato il tetto e il piazzale interno allo stabilimento. Necessario l'intervento dei carabinieri, mentre Adl Cobas parla di un'aggressione da parte della vigilanza privata, con un lavoratore trasportato al pronto soccorso.

"La mobilitazione andrà avanti fino a quanto tutti non entreranno a lavoro", conclude il sindacato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

  • Guai per una cooperativa: scovati 240 lavoratori irregolari e 7 in "nero"

  • Rapina finita nel sangue: chiude il centro del paese per ricostruire l'omicidio

  • McDonald’s: apre il ristorante di Bussolengo

Torna su
VeronaSera è in caricamento