menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il momento dell'inaugurazione a Nogara

Il momento dell'inaugurazione a Nogara

Nogara, dopo 30 anni di allarme arsenico l'acqua diventa potabile

Il cantiere iniziato nel 2008 è stato completato negli scorsi giorni: posate circa 7 chilometri di nuove condotte idriche per un conto di circa 2 milioni e 200mila euro

Stop a pozzi privati e falde inquinate per gli studenti nogaresi. Dopo 30 anni a Nogara, uno degli ultimi comuni della provincia non ancora servito da un acquedotto pubblico, Acque Veronesi, attiva la prima tratta dell’acquedotto là dove attualmente veniva usata acqua prelevata da falde in cui esisteva una significativa presenza di arsenico. I primi cittadini a degustare "l’acqua del Sindaco” saranno gli studenti delle scuole elementari e medie di via Galilei, che saranno i primi edifici ad essere finalmente serviti dalla rete acquedottistica comunale.

Un intervento importante quello presentato sabato scorso, 6 giugno, alla presenza di centinaia di studenti dei due istituti scolastici di Nogara. Un percorso realizzato per stralci e iniziato nel 2008, che ha portato al rifacimento ed adeguamento delle reti acquedottistiche costruite negli anni 70, ma totalmente in disuso e mai entrate in esercizio ed alla posa di circa 7 chilometri di nuove condotte idriche. I cittadini nogaresi sono quindi sempre stati costretti ad approvvigionarsi esclusivamente grazie a prelevamenti dalla falda sotterranea tramite pozzi privati. Una falda che, come detto, registra significative presenze di arsenico, elemento chimico la cui presenza di origine naturale, non dovuta a inquinamenti causati dall’uomo, risulta essere dannoso se assunto in quantità rilevanti. Il primo passo di Acque Veronesi è stato quindi quello di creare un collegamento con le reti di adduzione che portano acqua di ottima qualità nell’acquedotto di Nogara emunta nella fascia pedemontana del Veronese, ricevendo acqua dagli impianti di Erbè e Isola della Scala. Tale intervento, previsto anche nella pianificazione dell’Autorità d’Ambito, è costato circa 2 milioni di euro, finanziati in parte dalla Regione Veneto. A questi sono stati aggiunti poi ulteriori 200mila euro circa per estendere la rete agli edifici pubblici del centro di Nogara, in particolare, oltre alle scuole, anche al Municipio. Entro i prossimi mesi inoltre la rete idrica verrà portata sino alla casa di riposo San Michele. Sempre a breve Acque Veronesi realizzerà il collegamento tra l’acquedotto comunale e l’impianto della frazione Engazzà di Salizzole. Una condotta che permetterà una garanzia e disponibilità di ulteriori risorse di acqua potabile. L’obiettivo finale dell’importante progetto, tanto atteso dall’amministrazione e dai cittadini nogaresi, è quello di allacciare tutte le abitazioni del comune alla rete acquedottistica estendendola, dapprima a tutto il centro abitato di Nogara e successivamente al comune di Gazzo, tramite il potenziamento dei punti di prelievo e distribuzione dell’acqua siti a nord del territorio nogarese.

Il sindaco di Nogara Luciano Mirandola ha dichiarato: “questa inaugurazione è un passo importante perché rappresenta una unità di intenti e di collaborazione tra l’azione dell’amministrazione comunale e quella di Acque Veronesi”. Il vicesindaco Flavio Pasini ha infine commentato come “la fornitura di acqua potabile alle scuole rappresenti per il territorio nogarese la volontà di perseguire un percorso che nel prossimo futuro porterà risorse idriche di ottima qualità in tutte abitazioni, rendendo Nogara un paese moderno e dotato di un servizio indispensabile”. "Acque Veronesi si è impegnata fortemente per arrivare alla realizzazione di questa importante opera, proprio perché da delle risposte concrete ad un problema reale e che andava affrontato in fretta. Per questo ha recuperato finanziamenti e messo in gioco risorse, elaborando un progetto che permetterà di portare finalmente a Nogara acqua di ottima qualità”.  Questo il commento di Marco Olivati, vicepresidente di Acque Veronesi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento