Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Nogara / Strada Regionale 10 Padana Inferiore

Nogara Mare, De Berti: "Chi ha vinto il project financing si è tirato indietro"

L'assessore regionale alle infrastrutture nega che sia stata volontà della Regione il non concludere il contratto di concessione. "Ci avevano chiesto un inammissibile aumento del contributo pubblico"

Una tristissima speculazione politica che produce solo disinformazione sulla reale situazione della Nogara Mare.

L'assessore regionale alle infrastrutture Elisa De Berti risponde in questo modo alle dichiarazioni degli esponenti del PD Diego Zardini e Orietta Salemi sulla Nogara Mare. L'intervento di Zardini e Salemi è scattato dopo la pubblicazione della delibera con cui la Regione ha deciso di non sottoscrivere la concessione per la progettazione, costruzione e gestione dell'infrastruttura con chi aveva vinto il project financing. Il deputato e la consigliera regionale del Partito Democratico avevano accusato l'ente regionale di trascurare il territorio veronese, che con questa autostrada avrebbe avuto un collegamento rapido e diretto con l'Adriatico.

Innanzi tutto va detto che è falso affermare che la Regione non voglia più la Nogara Mare - ha precisato De Berti - È stato il soggetto aggiudicatario del project financing a dichiararsi non più disponibile a concludere il contratto di concessione alle condizioni in base alle quali se l'era aggiudicato, pretendendo un inammissibile aumento del contributo pubblico che per legge non è concedibile.

Elisa De Berti ha poi spiegato di aver a lungo contrattato con chi si era aggiudicato il progetto di finanza, "scongiurando la possibilità di dare avvio ad un'opera che avrebbe potuto rivelarsi un'incompiuta, a danno dei cittadini, dell'ambiente e della finanza veneta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nogara Mare, De Berti: "Chi ha vinto il project financing si è tirato indietro"

VeronaSera è in caricamento