Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca Borgo Trento / Piazzale Aristide Stefani

Ospite in radio de "La Zanzara" dalle idee no-vax finisce ricoverato in intensiva a Verona per Covid

Il conduttore radio Giuseppe Cruciani rivela: «Mauro da Mantova è molto grave, non reagisce alla terapia»

"Mauro da Mantova", così era noto ai tanti ascoltatori della trasmissione radio La Zanzara, è stato ricoverato in terapia intensiva a Verona dopo essere stato colpito da Covid-19. A darne notizia è stato ieri lo stesso conduttore della trasmissione Giuseppe Cruciani, ricordando gli interventi in radio di "Mauro da Mantova" che si era più volte in precedenza espresso sostenendo teorie estrapolate dalla galassia dei no-vox.

Cruciani ha spiegato: «Ho avuto modo di sentirlo nei giorni scorsi e si capiva dalla voce che stava malissimo». Inoltre, ha aggiunto il conduttore de La Zanzara, «i medici dicono che la situazione è molto grave e che non reagisce alla terapia». Da parte anche di David Parenzo, coconduttore con Cruciani, è giunta solidarietà e vicinanza per l'attuale situazione di difficoltà nei confronti di "Mauro da Mantova", così come in trasmissione è stato fatto ascoltare anche un augurio di pronta guarigione espresso da un rabbino. 

L'uomo lavora in provincia di Mantova come carrozziere e, secondo quanto raccontato da Cruciani, inizialmente non avrebbe voluto nemmeno contattare i medici per farsi curare. Sarebbe stato proprio l'intervento del conduttore de La Zanzara, infine, a convincere "Mauro da Mantova" a farsi ricoverare. La scelta sarebbe stata però di farsi ricoverare a Verona perché a Mantova ci sarebbero stati "i comunisti", di cui il 61 enne non si sarebbe fidato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospite in radio de "La Zanzara" dalle idee no-vax finisce ricoverato in intensiva a Verona per Covid
VeronaSera è in caricamento