Cronaca Centro storico / Piazza Bra

Continua a nevicare in città, spargisale in azione. Studenti a scuola il 21 maggio

Recupero delle lezioni per gli studenti previsto nella giornata del 21 maggio, festa del patrono di Verona. Intanto proseguono i lavori da parte di Amia per garantire la sicurezza sulle strade: "La chiusura degli istituti - ha detto Sboarina - ha agevolato la viabilità"

Anche nella giornata odierna, venerdì 2 marzo, i i mezzi Amia, insieme alla Protezione civile e alla Polizia municipale, si sono concentrati nella pulizia delle strade delle zone collinari. I principali interventi sono stati a Parona, Moruri, Cancello, Novaglie e Montorio. Le arterie cittadine, invece, erano già state pulite ieri. La chiusura delle scuole di oggi (non solo di quelle comunali ma anche di tutti gli istituti superiori) ha consentito di sfruttare tutte le risorse a disposizione, in termini di personale e mezzi, per la gestione della circolazione nelle frazioni, lontane dal centro città, e per fronteggiare l’emergenza tir al casello di Verona nord, dove si è verificato il blocco del transito verso sud per problemi di ghiaccio.

Il sindaco: "Criticità gestite grazie chiusura scuole"

«La chiusura delle scuole – ha spiegato il Sindaco Federico Sboarina - ci ha permesso non solo di garantire la sicurezza dei bambini e dei ragazzi, ma anche di agevolare la viabilità e gli spostamenti di tutti gli altri cittadini, grazie alla maggiore disponibilità di personale e mezzi. Su Verona, infatti, converge il traffico scolastico proveniente da tutta la provincia e diretto ai numerosi istituti superiori. L’assenza di autobus e auto verso le scuole ci ha consentito di gestire altre criticità, come i rallentamenti a Porta Trento e, da questa mattina, in Lungadige Matteotti per lavori di Acque Veronesi, la congestione del traffico ai caselli autostradali, soprattutto a quello di Verona Nord, per il blocco dei mezzi pesanti previsto dal Piano Neve nazionale, e la pulizia delle strade periferiche. Il territorio comunale di Verona – ha quindi concluso il Sindaco - conta 1.200 chilometri di strade asfaltate, che non si trovano solo in centro storico o nei quartieri della città, ma anche in frazioni più piccole come Cancello, Moruri, Montorio, Avesa e Quinzano».

Recupero lezioni il giorno del Santo Patrono

Per quanto riguarda la chiusura delle scuole di oggi, l’Amministrazione comunale ha accolto l’indicazione dell’Ufficio scolastico Provinciale per il recupero delle lezioni nella giornata del 21 maggio, festa del patrono di Verona. Quella di chiudere gli istituti scolastici nella giornata odierna, è stata una decisione che ha raccolto consensi, ma anche aspre critiche, in particolare è stato Flavio Tosi a definire Sboarina un «cuor di leone» e a giudicare «tragicomica un'amministrazione del nord Italia che si fa trovare impreparata da una nevicata di 24 ore».

Fuor di polemica invece l'intervento da parte del gruppo consiliare comunale del Partito democratico: «Al di là della polemica sull’opportunità di chiudere o meno le scuole - viste le previsioni meteorologiche avverse e il formale invito della Prefettura - invitiamo a riflettere sulla grande opportunità che per la città rappresenterebbe una diversa dislocazione degli istituti scolastici in termini di minor traffico e maggiore vivibilità degli spazi urbani. Tra le tante soluzioni possibili, alcune potrebbero se non risolvere del tutto almeno migliorare decisamente le criticità sofferte in determinate aree come ad esempio al Teatro Romano».

Ben più "animose" invece le dichiarazioni del consigliere comunale del Movimento 5 Stelle Alessandro Gennari, il quale in una nota ha attaccato la Giunta Sboarina sostenendo che l'«insipido piano» per contrastare il maltempo abbia funzionato in ritardo: «Il tanto sbandierato piano neve ha funzionato solo dal venerdì. - ha spiegato Gennari - I cittadini che giovedì si sono cimentati nella sfida al maltempo, si sono trovati alle prese col ghiaccio, sia sulle strade che sui marciapiedi. Poco ha fatto l’inutile chiusura delle scuole il venerdì che ha raggiunto l’unico scopo di regalare un weee ai ragazzi per "sbaloccarsi" allegramente. L’azione degli spargisale, se c’è stata, non si è rivelata efficace! Gli effetti sono stati tardivi con benefici solo dal secondo giorno di neve. Si sapeva che avrebbe nevicato il giovedì». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Continua a nevicare in città, spargisale in azione. Studenti a scuola il 21 maggio

VeronaSera è in caricamento