menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Basilica di San Zeno sotto la neve a Verona - 1 marzo 2018

La Basilica di San Zeno sotto la neve a Verona - 1 marzo 2018

Nevicate mai così intense a Verona e in provincia: oggi scuole chiuse in città

Anche nella notte tra giovedì 1 e venerdì 2 marzo la neve è continuata a cadere in città, un evento atmosferico insolito per intensità e durata a Verona. Scuole chiuse in via precauzionale, ma temperature che dovrebbero progressivamente rialzarsi

L'intensa nevicata di giovedì 1 marzo resterà negli annali della città di Verona come un evento atmosferico insolito, anche e soprattutto per la sua durata piuttosto lunga. La neve è iniziata a cadere verso la tarda serata di mercoledì, dopo qualche avvisaglia sin dal primo mattino, e durante la notte ha imbiancato strade e case.

Le precipitazioni sono poi proseguite per tutta la giornata di ieri, tanto che in serata si contavano già circa dieci centimetri di neve, ben oltre le misure previste originariamente (tra i cinque e i sette centimetri di neve). Un fenomeno simile alle grandi nevicate lontane diverse decine d'anni fa, a metà anni '80 e prim'ancora nel '76. Le temperature registrate in città sono state nelle ultime 48 ore comprese tra i -3 gradi e lo zero, consentendo così alla neve di attecchire bene. Dopo una temporanea sosta, nella tarda serata di giovedì il fenomeno è ricominciato con pari intensità, tanto che anche questa mattina, venerdì 2 marzo, la città si è risvegliata interamente coperta da un manto bianco.

Il primo cittadino di Verona Federico Sboarina era già corso ai ripari nella giornata di ieri, emanando un'ordinanza con la quale si decretava la preventiva chiusura degli istituti scolastici, in particolare per il timore delle strade ghiacciate più che per la neve in se stessa: «Per tutelare la sicurezza dei cittadini, di comune accordo con le altre autorità del territorio - ha spiegato il sindaco Sboarina - abbiamo deciso di sospendere le attività scolastiche per una giornata. Il pericolo non è tanto la neve quanto il ghiaccio che tutti i bollettini meteo annunciano per questa notte e per la mattina di venerdì». Nella giornata odierna è poi giunta comunicazione della chiusura anche dei monumenti cittadini fino a domenica compresa.

Le precipitazioni nevose sono state abbondanti ancor più nel territorio della provincia veronese, in particolare nei centri abitati di Bosco Chiesanuova ed Erbezzo in Lessinia, dove la neve ha raggiunto persino i 25 centimetri circa. Secondo le ultime previsioni, le temperature dovrebbero ora volgere verso un progressivo rialzo, con precipitazioni piovose nel pomerigigo di sabato e schiarite nella giornata di domenica. 

Aggiornamento, torna a nevicare

Dalle ore 11 circa di venerdì 2 marzo anche in città a Verona le precipitazioni di tipo nevoso sono riprese con una certa intensità. Si segnalano fiocchi di neve di grandi dimensioni anche in alcuni paesi della provincia come, ad esempio, a Bussolengo.

Non mancano i disagi anche quest'oggi per chi si mette in viaggio, specialmente sulle autostrade. A causa del ghiaccio e del pericoloso fenomeno del "gelicidio" sono stati chiusi diversi tratti autostradali, in particolare la A22 Brenenero-Modena è stata chiusa a partire dall'innesto nel Veronese con la A4 fino all'uscita per Modena.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Da Verona parte la crociata contro Sanremo, Castagna: «È diventato Sodoma e Gomorra?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento