Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Senza patente, "rosso bruciato" e divieti di sosta: multe per i monopattini

La Polizia locale di Verona ha sanzionato tre ragazzini che sfrecciavano nella zona della stazione: «Non sono giocattoli o semplici passatempi da usare come in un parco divertimenti, ma veri e propri mezzi di circolazione»

 

Sfrecciavano sul monopattino in zona piazzale della stazione di Porta Nuova tra le corsie preferenziali degli autobus in partenza e quelli in arrivo. Peccato che fossero anche privi della patente AM e quindi non in regola per l’uso del dispositivo. Tre minorenni sono stati sanzionati nei giorni scorsi da una pattuglia in borghese della Polizia locale di Verona, che effettuava servizio in zona stazione, e i mezzi sono stati sottoposti a fermo amministrativo per trenta giorni. Dotati di un numero di serie, i dispositivi sono stati consegnati ai noleggiatori, giunti sul posto, e non potranno essere messi in circolazione fino a Natale. Informati anche i genitori dei ragazzi, a cui verranno notificati i verbali da 87 euro più le spese di notifica per un importo totale di 100 euro.

Nel complesso, dall’avvio della sperimentazione lo scorso 22 settembre, sono stati 10 i minorenni sanzionati perché sorpresi alla guida dei monopattini senza patente. In arrivo le sanzioni anche alle sette ditte di noleggio, che non hanno ancora previsto il blocco dell’utilizzo per tali soggetti, inserito nel decalogo diramato dall’amministrazione.

È passato con il semaforo rosso, invece, il ragazzo che nei giorni scorsi è rimasto coinvolto in un incidente stradale tra via Torbido e lungadige Porta Vittoria. Grazie ai sistemi di videosorveglianza, per il conducente del monopattino è in arrivo la sanzione.

Le sanzioni per divieto di sosta sono salite complessivamente a 250 con oltre 50 rimozioni con numerose chiamate da varie parti della città.

«Linea dura verso chi non vuole capire che i monopattini non sono giocattoli o semplici passatempi da usare come in un parco divertimenti, ma veri e propri mezzi di circolazione - afferma il comandante della Polizia locale Luigi Altamura-. Possono girare solo su alcune aree cittadine e, se usati in modo improprio, possono diventare pericolosi e mettere a repentaglio la propria ed altrui incolumità».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento