menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto web)

(foto web)

"Il Consiglio notarile limita i compensi dei notai": multa di 20mila euro

Al termine di tre distinte istruttorie, l'Antitrust ha comminato sanzioni agli Uffici di Milano, Bari e Verona per aver "limitato l'autonomia nella determinazione delle tariffe" ai danni della concorrenza

Con le loro deliberazioni avrebbero cercato di "limitare l'autonomia nella determinazione dei compensi" da parte dei singoli notai: con questi rilievi limitativi della concorrenza, l'Antitrust, al termine di tre distinte istruttorie, ha comminato sanzioni ai Consigli notarili di Milano, Bari e Verona. Secondo l'Antitrust, i tre uffici avevano messo in atto tre distinte intese restrittive della concorrenza finalizzate a reintrodurre le tariffe abrogate dalla legge quale parametro di riferimento per la determinazione dei compensi, minacciando provvedimenti disciplinari in caso di mancato adeguamento. Al termine delle indagini, l'Autorità garante della concorrenza e del mercato ha diffidato i Consigli coinvolti dal porre in essere analoghi comportamenti.

Le sanzioni, calcolate sulla base dei contributi associativi dovuti dai notai dei distretti di riferimento per le attività notarili, sono pari a 20mila e 445 euro per il Consiglio notarile di Verona, 99mila e 403 euro per il Consiglio notarile di Milano e 10mila e 227 euro per quello di Bari. Nel corso dei procedimenti istruttori, fa sapere l'Antitrust, "i tre Consigli hanno ritirato gli atti finalizzati a reintrodurre le tariffe".

Il procedimento era nato da una denuncia di un professionista del distretto di Verona, nell'agosto del 2012.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento