Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Cavaion Veronese / Località Ceriel

Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

Un errore, forse una distrazione, avrebbe causato la morte di Valter Gaspari, il giardiniere deceduto a Cavaion Veronese nella mattinata di martedì

Un tragico errore quasi certamente è all'origine della morte di Valter Gaspari, il 46enne residente a Lazise che nella mattinata di martedì ha perso la vita a Cavaion Veronese mentre potava alcune piante. 
Gaspari infatti di professione faceva il giardiniere e il 14 gennaio si è recato nel podere di una famiglia conosciuta della zona, per tagliare i rami di alcune piante con la motosega. I padroni non sarebbero stati in casa e ad aprire il cancello all'artigiano è stata una persona vicina alla famiglia, che più tardi, suo malgrado, lancerà l'allarme dopo aver notato il corpo esanime dell'uomo. Gaspari si è messo al lavoro sul cestello da solo, probabilmente per non rischiare di colpire qualcuno con i rami tagliati: lavoratore esperto e meticoloso, ha pagato a caro prezzo una piccola distrazione. Forse mentre potava o magari per posarla un attimo, avrebbe toccato un cavo dell'alta tensione con la motosega e la scossa non gli avrebbe dato scampo

Una volta allertati, sul posto si sono precipitati gli uomini del 118 con ambulanza ed elicottero, ma hanno solamente potuto constatare il decesso: il 46enne lascia una compagna ed una figlia, ma anche i genitori e quattro sorelle. Sul luogo dell'incidente sono accorsi anche i vigili del fuoco, i carabinieri ed i tecnici Spisal, che si sono occupati dei rilievi e della ricostruzione di quanto accaduto. 
Una volta eseguito l'esame esterno, la salma verrà resa alla famiglia per le cerimonia funebre. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

VeronaSera è in caricamento