Perde l'equilibrio e cade da tre metri d'altezza, morto operaio a Bardolino

L'incidente sul lavoro è avvenuto nel cantiere di costruzione di un capannone, in Via Campazzi. E pare che la causa sia stata un movimento avventato della vittima, uscita dal cestello di una gru

(Foto generica di repertorio)

Un 58enne di origini marocchine è morto sul lavoro ieri, 4 novembre, a Bardolino. L'incidente è avvenuto verso le 16, nel cantiere di costruzione di un capannone, in Strada Campazzi. Il decesso è stato provocato dai traumi per una caduta avvenuta da un'altezza di circa tre metri, come riferito dagli accertatori dello Spisal, giunti sul posto insieme ai carabinieri ed al personale del 118. I sanitari dell'ambulanza e dell'elisoccorso non hanno potuto far nulla per salvare l'operaio, il quale è morto sul colpo.

Una prima ricostruzione della caduta attribuisce la causa ad un movimento avventato dello stesso 58enne, il quale si trovava nel cestello di una gru per indirizzare lo spostamento di una trave. L'uomo, durante l'operazione, sarebbe uscito dal cestello senza indossare l'imbragatura e perdendo l'equilibrio è caduto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento