Cronaca Oppeano / Strada Provinciale 21

Dopo una dose di eroina, si accascia in cucina e il figlio lo trova morto

Un 49enne si è spento nella sua abitazione di Ca' degli Oppi. La Procura di Verona ha disposto l'autopsia sul corpo per accertare la reale causa del decesso

Sarà eseguita nei prossimi giorni, all'ospedale di Borgo Roma, l'esame autoptico del corpo dell'uomo di 49 anni morto venerdì scorso, 5 febbraio, nella sua abitazione di Ca' degli Oppi, a Oppeano. L'incarico dell'autopsia è stato conferito dalla Procura di Verona per accertare la reale causa del decesso, anche se quella più probabile pare sia l'iniezione di eroina che l'uomo si era fatto quel pomeriggio.

A rendere ancor più tragica questa storia, raccontata da Stefano Nicoli su L'Arena, il fatto che a ritrovare il 49enne privo di coscienza sul pavimento della cucina sia stato il figlio di 19 anni, il quale ha chiamato i soccorsi e nell'attesa ha provato a far rinvenire il padre con un massaggio cardiaco. La manovra, però, non è stata utile e, quando è arrivato il personale medico, non è stato possibile fare altro che constatare il decesso.
Per ricostruire l'accaduto, sono intervenuti i carabinieri di Oppeano ed i colleghi del nucleo operativo e radiomobile di Legnago. I militari hanno ritrovato la siringa e sul corpo dell'uomo è stato trovato il segno della puntura. Possibile dunque che si sia trattato di un overdose da eroina, oppure di una reazione avversa che il corpo dell'uomo ha avuto dopo l'iniezione. L'eroina, però, sembra essere l'elemento centrale in questo decesso. Uno stupefacente il cui prezzo pare sia sceso a livelli di cinque euro a dose e quindi tristemente alla portata delle tasche di tutti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo una dose di eroina, si accascia in cucina e il figlio lo trova morto

VeronaSera è in caricamento