Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Ancora un tragedia sul Garda: 21enne si tuffa da un pedalò e muore annegato

Il drammatico episodio fa seguito a quelli che si sono verificati sulle sponda veronese e anche su quella bresciana: il giovane sarebbe stato colto da un malore una volta entrato in acqua

Le ricerche messe in atto nella zona di Desenzano

Un altra tragedia si è consumata sul lago di Garda, questa volta sulla sponda bresciana, poco lontano dal confine con Verona: un ragazzo di 21 anni, orignario della Costa d'Avorio ma da tempo residente a Rezzato, è annegato nel pomeriggio di giovedì nella zona di Desenzano, dopo essere uscito con gli amici e aver noleggiato poco prima un pedalò alla Margy Beach, il piccolo lido attrezzato alla spiaggia Feltrinelli, dal quale si era tuffato per un bagno. 

L'allarme è scattato nel pomeriggio del 25 giugno, quando uno dei quattro ragazzi presenti a bordo del pedalò, che si trovava a circa un centinaio di metri dalla costa, ha chiesto aiuto alla sala operativa della Guardia costiera del lago di Garda, segnalando che uno di loro si era buttato in acqua per un bagno, senza più riemergere. Secondo quanto riferito dai colleghi di Brescia Today, il ragazzo al momento del tuffo non avrebbe avuto addosso il giubbotto di salvataggio, come invece gli era stato indicato dai gestori della spiaggia dove è stato noleggiato il pedalò. Una circostanza che gli sarebbe stata fatale: non vedendolo riemergere, gli amici hanno provato a loro volta a tuffarsi, dopodiché hanno lanciato l'allerta. 

Il dispositivo di ricerca e soccorso dell'unità costiera di Salò si è subito attivato. Sono entrati subito in funzione la motovedetta Sar Cp 862 e il battello pneumatico GC 098, mentre tramite il comando provinciale dei vigili del fuoco di Brescia, è stato chiesto l'intervento dei sommozzatori dei pompieri di Milano e della Squadra Nautica di Bardolino.
Sono stati attivati anche i volontari del Garda, che sono giunti in zona per eseguire le ricerche strumentali con il Rov, e mentre le unità navali perlustravano la zona, con aree assegnate mediante schemi di ricerca, da Varese è giunto l'elicottero dei vigili del fuoco con i sommozzatori lombardi, che hanno dato il via alle attività in profondità. 

Sbarcati i sub, l'elicottero ha iniziato a perlustrare l'area dall'alto senza esito, mentre sulla spiaggia la Polizia locale di Desenzano cercava di raccogliere tutte le informazioni possibili per ricostruire la dinamica dei fatti ed individuare l'esatto punto in cui il ragazzo si era lanciato in acqua. 
Solamente alle 20.15 i sommozzatori dei vigili del fuoco hanno individuato il corpo senza vita del 21enne su un fondale di circa 6 metri, annegato probabilmente a causa di un malore avvertito dopo l'entrata in acqua. 
Portato a bordo dell'unità dei pompieri, è stato condotto al porto di Desenzano, dove hanno preso il via le attività di rito. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora un tragedia sul Garda: 21enne si tuffa da un pedalò e muore annegato

VeronaSera è in caricamento