rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca Centro storico / Corso Cavour

Morti sul lavoro. Nel 2016, 8 casi nel veronese. Quarta provincia nel Veneto

I dati aggiornati ad agosto mostrano Vicenza, Padova e Venezia ai primi tre posti nella regione. Per numero di casi assoluti la provincia scaligera è quattordicesima in Italia

La tragedia quotidiana delle morti bianche in Italia continua ad essere raccontata dall'osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering di Mestre, che si basa su dati Inail.

Da gennaio ad agosto 2016 sono state 651 le persone che hanno perso la vita sul lavoro a livello nazionale, sono circa 81 vittime al mese, quindi quasi 20 a settimana. Può sembrare un dato enorme e in termini assoluti lo è, ma è consolante il fatto che rispetto all'anno precedente si evidenza un calo. 

A livello regionale è l'Emilia Romagna il territorio con più casi registrati entro il mese di agosto del 2016. Il Veneto è al secondo posto con 53 morti sul lavoro.

Nel Veneto, la provincia con più morti bianche finora è quella di Vicenza con 13 casi, poi Padova 12, Venezia 9, Verona 8, Treviso 7, Belluno 4 e 0 a Rovigo. Nella classifica nazionale, la provincia di Verona è al 14o posto per numero di morti sul lavoro nel 2016, ma misurando l'incidenza delle vittime nel numero degli occupati, superiore rispetto a quello di altri territori, la graduatoria della provincia veronese migliora, scendendo al 62o posto.

Il settore economico che registra il maggior numero di morti bianche è l'edilizia, poi le attività manifatturiere. La fascia d’età più colpita, praticamente un terzo del totale rimane quella compresa tra i 45 e i 54 anni.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morti sul lavoro. Nel 2016, 8 casi nel veronese. Quarta provincia nel Veneto

VeronaSera è in caricamento