menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sanificazione in casa di riposo

Sanificazione in casa di riposo

Case di riposo a Verona: 556 morti e più di mille positivi, sono i dati peggiori del Veneto

A Treviso ci sono più ospiti, ma la metà dei morti rispetto alle case di riposo veronesi

In base ai dati forniti dalla Regione Veneto, emergono numeri tutt'altro che rassicuranti circa i casi di positività al virus Sars-CoV-2 all'interno delle residenze per anziani della provincia veronese. I tamponi sono ovviamente stati eseguiti sia sugli ospiti, sia sugli operatori nelle case di riposo.

In Veneto le strutture totali presenti sono 332, delle quali una bella fetta ha sede proprio nel territorio scaligero, vale a dire ben 79. Per fare un raffronto con la provicia di Padova, l'Ulss 6 Euganea presenta solo 37 strutture. Ad ogni modo, l'Ulss 9 Scaligera conta dunque inevitabilmente anche un numero elevato di ospiti nelle case di riposo: si tratta nello specifico di 4.973 persone anziane, un numero inferiore solo alle 5.222 della Marca Trevigiana con 55 strutture coinvolte.

Ebbene, nel territorio veronese, di 4.973 ospiti in casa di riposo, ben il 20,5% è risultato Covid-19 positivo, vale a dire 1.019 persone. Di questi, ad essere anche ricoverati in ospedale sono stati invece 28, mentre purtroppo ben 556 sono le vittime, cioè quasi la metà dei decessi totali ad oggi nel Veronese che da inizio pandemia son giunti a 1.206. Un dato dunque piuttosto drammatico quello dei morti nelle case di riposo veronesi che, se da un lato, può essere spiegato con l'alto numero delle strutture presenti nel territorio dell'Ulss 9, tuttavia appare preoccupante se raffrontato con il numero di decessi nelle Rsa della provincia di Treviso. Come visto poc'anzi, infatti, l'Ulss 2 conta 5.222 ospiti in 55 sttrutture, ma a fronte di tali numeri ha avuto, rispetto a Verona, praticamente la metà delle vittime: 287. Stessa cosa dicasi per il tasso di positività degli ospiti: l'Ulss 9 Scaligera sconta il 20,5% di positivi, mentre l'Ulss 2 Marca Trevigiana vede il 10,5% di positivi al virus tra i suoi ospiti totali nelle Residenze per anziani (549 su 5.222).

In merito poi ai dati relativi alla positività al coronavirus Sars-CoV-2 degli operatori nelle strutture, si conferma questa tendenza: nel territorio dell'Ulss 9 Scaligera vi sono 6.532 operatori, di questi 314 sono risultati positivi e cioè il 4,8%. Prendendo come pietra di paragone sempre l'Ulss 2 Marca Trevigiana, si hannno 6.930 operatori, quindi un numero maggiore rispetto a Verona, di cui 276 positivi e cioè il 4,0%.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Veneto in area "rosso scuro" per l'Europa. Zaia: «Dati fuorvianti»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento