rotate-mobile
Sabato, 8 Ottobre 2022
Cronaca Centro storico / Corso Porta Nuova

M5S: "Verona è tra le cento città europee dove il diesel uccide di più"

La deputata Francesca Businarolo e il consigliere regionale Manuel Brusco chiedono di invertire la rotta, togliendo investimenti per le autostrade per riversarli sulle ferrovie

Le 100 città europee dove il diesel uccide di più. Una classifica dove nessuno vorrebbe leggere il nome della propria città e dove, purtroppo, Verona è presente. La graduatoria è stata creata attraverso i dati dell'International Institute for Applied Systems Analysis (Iiasa) e del Norwegian Meteorological Institute (MetNorway) e insieme alla classifica è stata generata anche una mappa in cui si vede che nella zona della Pianura Padana si concentra un inquinamento tale da provare decine di morti premature a causa delle emissioni nocive dei mezzi alimentati a gasolio.

A Verona si muore di diesel più che a Monaco, Londra, Bruxelles, Vienna e Berlino. La stima è di 25 morti premature ogni anno a causa dei diesel a Verona, con una concentrazione di PM 2.5 pari a 1.02 microgrammi per metro cubo. Numeri che superano le principali capitali europee. "Si tratta di valori da allarme vero e proprio - ha affermato la deputata veronese del Movimento 5 Stelle Francesca Businarolo - Come denunciamo da anni, l'Italia è la maglia nera sui dati di morti per emissioni da diesel e non brilla di certo per le politiche di rilancio di settori innovativi e sostenibili. Occorre invertire la rotta".

E per migliorare la situazione, Il Movimento 5 Stelle chiede uno stop a nuove autostrade per raddoppiare i finanziamenti per il trasporto ferroviario locale e interregionale. "Ogni giorno oltre 25mila tir viaggiano sull'autostrada Milano-Venezia e si vogliono spendere 10 miliardi per far transitare al massimo 58 treni merci sulla inutile linea ad alta velocità Brescia-Padova - ha aggiunto Manuel Brusco, consigliere regionale del M5S - Come se non bastasse, si vogliono realizzare nuove inutili autostrade, come la Pedemontana, che non faranno che aumentare l'inquinamento. Con un quinto della cifra si potrebbe rivoluzionare in maniera sostenibile il trasporto merci in tutta la Pianura Padana con raddoppi e potenziamenti ferroviari locali e interregionali".

Per Businarolo e Brusco è fondamentale anche "programmare nei prossimi anni il divieto d'immatricolazione di autovetture a diesel o benzina".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

M5S: "Verona è tra le cento città europee dove il diesel uccide di più"

VeronaSera è in caricamento