menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Paolo Rossi foto profilo Facebook

Paolo Rossi foto profilo Facebook

Mondo del calcio in lutto: è morto Paolo Rossi, giocò anche nell'Hellas Verona: «Eroe dell'82»

Si è spento nella notte l'ex calciatore e campione del mondo con l'Italia nel 1982

Nella notte tra mercoledì 9 e giovedì 10 dicembre è morto a 64 anni Paolo Rossi, l'ex calciatore campione del mondo con l'Italia nel 1982. A dare la triste notizia è stata la moglie Federica Cappelletti, attraverso un post apparso sul suo profilo Instagram. «Ciao grande campione, riposa in pace», ha scritto il presidente del Veneto Luca Zaia nell'apprendere la notizia.

Morte Paolo Rossi, il cordoglio di Zaia: «Ci mancherà, Pablito campione garbato»

Anche il sindaco di Verona Federico Sboarina ha voluto commemorare il grande calciatore, ricordandolo anche come ex dell'Hellas Verona tra il 1986 e il 1987: «Un triste risveglio, questa notte, colpito da un male incurabile, ci ha lasciato Paolo Rossi. L’eroe dei mondiali dell’82, simbolo indiscusso di un’Italia vincente. Noi veronesi abbiamo avuto anche il privilegio di vederlo giocare con la maglia dell’Hellas, la sua ultima squadra da giocatore professionista. Non dimenticheremo mai le emozioni che ci hai regalato».

«Sei mesi fa ho perso un fratello, oggi ne piango un altro. Non voglio dire altro, per me questo non è il momento di parlare». Al telefono con l'Ansa, Antonio Cabrini, compagno di squadra di Paolo Rossi per tanti anni alla Juve e in Nazionale, è distrutto nel ricordare il goleador dell'Italia Mundial. 

«L'ho saputo cinque minuti fa, mi dispiace tantissimo. Non so cosa dire, è stato fulmine a ciel sereno». Così Dino Zoff, appresa la notizia della scomparsa di Paolo Rossi, eroe della Nazionale campione del mondo del 1982. «Abbiamo sempre avuto un grande rapporto con Paolo, simpatico, intelligente - prosegue Zoff al telefono con l'Ansa - Era un po' che non ci sentivamo, ci avevano detto qualcosa ma non pensavo fosse così grave. I rapporti con lui erano stupendi, era simpaticissimo. Intelligente, aveva tutto per stare bene. Qualcosa difficile da capire».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'ospedale di Negrar si aggiunge ai centri di vaccinazione anti-Covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento