Cronaca Ferrara di Monte Baldo / Località Novezzina

Monte Baldo, salvato escursionista 49enne sorpreso da una valanga

L'uomo, ben equipaggiato, era partito da Novezzina per una camminata lungo uno dei ripidi canali innevati del monte. A dare l'allarme la moglie. Il ritrovamento è avvenuto grazie all'Artva, apparecchio di ricerca in casa di valanga

Ieri mattina, 4 aprile, un escursionista di 49 anni di Caprino Veronese è arrivato in auto fino a Novezzina per poi partire per una camminata lungo uno dei ripidi canali innevati del Monte Baldo. Con sé aveva tutto l'equipaggiamento, come piccozza, ramponi e soprattutto l'Artva, l'apparecchio di ricerca in caso di valanga. È stato proprio questo strumento, probabilmente, a salvargli la vita, perché il 49enne è stato sopreso da una piccola scarica di neve. La valanga pare lo abbia trascinato, facendolo cadere da un salto di roccia alto una decina di metri. È stato grazie all'Artva che i soccorritori l'hanno potuto trovare, con il solo volto fuori dal cumulo di neve, in stato di ipotermia e con diversi traumi, tra cui probabilmente anche una gamba rotta.

L'allarme era stato lanciato dalla moglie dell'escursionista. Intorno alle 18, non avendo più notizie del marito e non ricevendo da lui risposta al cellulare, la donna ha telefonato alla protezione civile di Ferrara di Monte Baldo. I volontari hanno confermato che la macchina dell'uomo si trovava ancora a Novezzina e così è stato chiamato il 118.

L'elicottero di Verona Emergenza, a causa della nebbia, è riuscito ad arrivare solo fino a Ferrara di Monte Baldo. Da lì, l'equipe medica ha proseguito in auto, raggiungendo i vigili del fuoco e le due squadre del soccorso alpino di Verona, formate da otto soccorritori tra i quali un infermiere. Nel frattempo i volontari della protezione civile si erano già diretti verso la probabile meta dell'escursionista. I due ragazzi lo hanno chiamato finché non hanno ricevuto risposta. I due volontari della protezione civile hanno così attivato l'Artva che ha permesso di individuare il punto esatto in cui si trovava il 49enne. Sul posto è poi giunto il personale medico che ha prestato le prime cure all'escursionista infortunato. L'uomo è stato poi imbarellato e calato per un'ottantina di metri fino alla strada, da dove è stato trasportato a spalla all'ambulanza diretta all'ospedale di Borgo Trento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monte Baldo, salvato escursionista 49enne sorpreso da una valanga

VeronaSera è in caricamento