menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

32enne veronese in fin di vita all'ospedale di Padova, preso l'aggressore

Si chiama G.B., ha 36 anni ed è romeno. I carabinieri lo hanno rintracciato in un giorno. Fondamentali le descrizioni dei testimoni

È bastato un giorno ai carabinieri di Montagnana ed Este per trovare il responsabile dell'aggressione che ha ridotto in fin di vita un 32enne di Pressana a Montagnana, nel padovano, nella notte tra sabato 3 e domenica 4 dicembre.

Le iniziali dell'aggressore sono G.B., ha 36 anni ed è romeno, con precedenti specifici, senza fissa dimora e disoccupato, come riporta Padova Oggi. G.B. è stato rintracciato a Montagnana, nell'abitazione di un suo connazionale. I militari sono riusciti a risalire a lui grazie alle descrizioni fornite dai testimoni, tra cui anche quella dell'amico della vittima, anche lui aggredito dal 36enne.

G.B. è stato rinchiuso nel carcere di Rovigo con l'accusa di lesioni personali gravi. Le indagini sull'episodio comunque continuano. Pare che l'arrestato non conoscesse la vittima e si cerca di capire se davvero un'aggressione così violenta sia nata da futili motivi e da un eccesso di alcol.

Il 32enne veronese è ancora in prognosi riservata nella rianimazione del reparto di neurochirurgia dell'ospedale di Padova. Il pugno di G.B. lo ha steso facendogli battere violentemente la testa sull'asfalto. Da quel momento non ha ancora ripreso conoscenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento