menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In Valpolicella prendono il via i monitoraggi dell'aria da parte di Arpav

Le centraline verranno posizionate a Negrar e San Pietro in Cariano per circa 30 giorni: al termine della campagna i tecnici predisporranno una relazione con i dati rilevati e le conclusioni sulla situazione

Sono partite lo scorso lunedì 27 le campagne di misurazione degli inquinanti atmosferici nei Comuni di Negrar e San Pietro in Cariano, per la valutazione della qualità dell’aria in territorio comunale.

I monitoraggi avranno una durata complessiva di circa 30 giorni e misureranno parametri quali anidride solforosa (SO 2 ), ossidi di azoto (NOx, NO e NO 2 ), monossido di carbonio (CO), ozono (O 3 ), benzene (C6H6), idrocarburi policiclici aromatici (IPA) e PM10 in territori caratterizzati dalla coltivazione della vite.

A Negrar il centro ospedaliero è un notevole attrattore di traffico e il capoluogo si sviluppa prevalentemente lungo la Sp 12, unico asse viario di accesso alla valle per chi viene dalla pianura. San Pietro in Cariano invece è attraversato dalla Sp 4 della Valpolicella e dalla Sp 1.
Nel primo caso le centraline di Arpav sono posizionate in via Francia, nel secondo in via Chopin. 
A conclusione della campagna di monitoraggio i tecnici predisporranno una relazione con i dati rilevati e le conclusioni sulla situazione della qualità dell'aria nelle zone oggetto di monitoraggio.
Non appena disponibile, la relazione verrà pubblicata sul portale dell'Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto, nella sezione dedicata del Dipartimento Provinciale di competenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento