menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
immagine di repertorio

immagine di repertorio

Molestie ad anziani sul bus, resiste alla polizia e cerca di rubare la pistola a uno degli agenti

L'uomo arrestato è un nigeriano 22enne residente a San Martino Buon Albergo

Scene da film con tanto di inseguimento per le vie della città di Vicenza da parte della polizia. Protagonista dell'episodio di follia, così come riprotato da VicenzaToday, avvenuto nella mattinata di ieri alle 7.30, è stato O. L., un nigeriano 22enne residente a San Martino Buon Albergo nel Veronese, in Italia con un permesso di soggiorno per lavoro. 

Da Roma a Verona in bus, molestie agli anziani

Tutto è iniziato quando il giovane, in viaggio da Roma a Verona in autobus, ha cominciato a dare segni di squilibrio già dalla partenza. Durante il tragitto ha infatti molestato una coppia di anziani e litigato con un connazionale che tentava di calmarlo. Questo, assieme ad altri comportamenti molesti, ha indotto l'autista della corriera a intimarli di smetterla. Il 22enne sembrava essersi calmato ma alla stazione di Vicenza - dove il bus fa tappa - ha iniziato a dare in escandescenze. Dopo che quasi tutti i passeggeri erano scesi e il mezzo era pronto a ripartire per Verona, si è impuntato che voleva fare il viaggio in piedi (contrariamente a quanto prescritto dal codice della strada). Inutili gli avvisi del conducente che si è visto quindi costretto a chiamare la polizia. 

L'arrivo della polizia e il parapiglia

Sul posto sono arrivate due pattuglie delle volanti che hanno invitato il giovane a scendere e a fornire le proprie generalità. Una richiesta sistematicamente rifiutata che ha avuto come risposta da parte del nigeriano l'agrapparsi alle maniglie di sedile rifiutandosi di scendere.

Ne è quindi nato un parapiglia con gli agenti intervenuti: prima il 22enne ha tentato più volte di prendere la pistola a uno di loro che gli ha spruzzato in faccia lo spray urticante ed è riuscito a mettergli le manette a un polso. L'uomo si è però divincolato ed è fuggito a gambe levate in direzione di piazzale Bologna, inseguito dagli agenti. 

Il difficoltoso arresto dopo l'inseguimento

Ci sono voluti quattro poliziotti a bloccarlo definitivamente in via Battaglione Monte Berico, sotto gli occhi di molti studenti che aspettavano il bus e che hanno filmato la scena con i telefonini. Per arrestarlo gli agenti hanno dovuto usare ancora lo spray e amanettarlo in mezzo alle pozzanghere. Portato in questura, il 22enne è stato accusato di resistenza a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Verona usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento