Il mondiale di automodelli e la finale di Cosplay chiudono il Model Expo

Nella giornata conclusiva della rassegna nazionale dedicata al modellismo e al gioco, si è tenuta la sfida tra i migliori costumi ispirati ai personaggi di film e fumetti. In fiera anche i vincitori della I° tappa italiana del Campionato di Drift

Nella sua esibizione ha sbaragliato avversari come Joker di Batman in versione steampunk, zombie usciti da film horror e altri personaggi dei fumetti e dei cartoni animati. La prima campionessa del Cosfight è Valeria Criscuolo, nelle vesti di Megarine Luka, vocalist virtuale creato dalla fantasia dei giapponesi. L’evento è stato uno dei più attesi nella giornata conclusiva della 12ª edizione di Model Expo Italy, la manifestazione di riferimento a livello nazionale per modellismo e mondo del gioco, in corso da sabato alla Fiera di Verona (www.modelexpoitaly.it).

Sul palco del Cosfight si è sfidato il popolo dei cosplayer: giovani (ma non solo) con la passione di impersonare i protagonisti di film d’animazione e fumetti, ricreando costumi e travestimenti fedeli agli originali. Il contest è stato presentato da Giorgia Vecchini, in arte Giorgia Cosplay, una delle star italiane del settore e vincitrice di un titolo mondiale. Tra i giudici i Prizmatec, la più famosa famiglia di cosplayer in Italia, dove entrambi i genitori e i due figli sono impegnati da anni nella costruzione di elaborate armature come quelle di Iron Man o dei robot nipponici.

"Il successo di Model Expo Italy – spiega Mario Rossini vicedirettore generale di Veronafiere – è legato proprio all’essere una manifestazione trasversale a tutto il panorama del modellismo, del divertimento e del gioco: dagli hobby tradizionali come trenini e soldatini, fino alle ultime tendenze tecnologiche e fenomeni in crescita come il cosplay. Gli oltre 150 eventi in calendario nel fine settimana hanno visto la presenza di 70mila appassionati da tutta Italia. La prossima edizione della rassegna è in programma l’11 e il 12 marzo 2017 e le novità non mancheranno".

La giornata conclusiva di Model Expo Italy ha incoronato anche i migliori piloti di automodelli elettrici in scala 1:10, nella finale della prima tappa – e unica italiana – della King of RC Nations Italy Series. Si tratta del Campionato mondiale di Drift, specialità che premia la capacità di affrontare le curve del tracciato con precise derapate. In pista oltre cento “piloti” nelle due categorie – AWD, a trazione integrale, e RWD, a trazione posteriore – che hanno visto come vincitori assoluti, rispettivamente, la Yokomo YD4 di Paolo Albarelli e la Eagle Racing OTA R31 di Marcello Carcano. La gara, organizzata dal Drift rc Project, un'associazione della provincia di Padova, è stata sponsorizzata dalla Yokomo, un’azienda giapponese produttrice di automodelli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

cosplay-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La montagna vicino Verona: 5 fantastiche escursioni a due passi dalla città dell'amore

  • La bella iniziativa del Comune di Bussolengo che favorisce il turismo e andrebbe imitata

  • Coronavirus: in Veneto segnalati +29 casi positivi, a Verona +263 isolamenti in un giorno

  • Coronavirus: a Verona segnalati +20 casi in 24 ore e crescono gli attuali positivi in Veneto

  • Rischio temporali in Veneto anche sul Garda e in Lessinia: l'allerta della protezione civile

  • A4, morto per un malore in terza corsia: scontri pericolosi evitati grazie ad un'auto e un tir

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento