rotate-mobile
Cronaca Zai / Viale del Lavoro

Model Expo Italy nella macchina del tempo tra videogame del futuro, vintage e cosplay

Nell’area "retrogaming" è possibile trovare i divertimenti ludici del passato, mentre domenica si rinnova l’appuntamento con il variopinto panorama del cosplay, grazie al Cosfight. Non manca poi la solidarietà con il "diorama tattile", la riproduzione esatta del sito archeologico di Morgantina realizzato per essere percepito e immaginato attraverso il tatto dai non vedenti

Viaggio nel tempo per la 4ª edizione del Games District, il salone dedicato al gioco che si tiene a Model Expo Italy, la più importante manifestazione in Italia sul modellismo, in programma oggi e domani alla Fiera di Verona. Protagonista di quest’anno è l’area retrogaming che presenta nel padiglione 3 i divertimenti ludici del passato, con giochi da tavolo come “Brivido” e “L’isola di Fuoco”, ma anche cabinati da sala giochi degli anni ’80 e ‘90 con centinaia di titoli originali e rarissimi, senza dimenticare le prime consolle e gli intramontabili flipper. Tutte le novità in tema di giochi in scatola e di ruolo rappresentano invece il “ritorno al futuro”, insieme agli ultimi videogiochi usciti, tutti da provare.

Model Expo Italy a Veronafiere

Il Games District è anche spettacolo e divertimento: tra gli ospiti più attesi, i Panpers, il duo comico di Colorado con 875mila follower su Youtube e composto da Andrea Pisani e Luca Peracino, in fiera domani. Sempre nella giornata di domenica, il fumettista veronese di fama nazionale Simone Albrigi, in arte Sio, presenta il suo videogame “Super Cane Magic Zero”.

Altra novità assoluta dell’edizione 2018 è l’area riservata alle attività didattiche per le scuole, con uno spazio per imparare a creare personaggi di videogiochi e fumetti. Domenica pomeriggio, invece, si rinnova l’appuntamento con il variopinto panorama del cosplay, grazie al Cosfight, il contest giunto quest’anno alla terza edizione che vede numerosi appassionati sfilare, interpretando i personaggi dei manga e degli anime giapponesi. A fare da giudici in questa sfida sono i “Prizmatec Cosplay”, ospiti d’onore della Cosplay Plaza, l’arena dove è anche possibile imparare straordinarie mosse da stuntmen professionisti.

La soidarietà al Model Expo Italy

Modellismo e solidarietà: il diorama per non vedenti

Il modellismo per superare ogni barriera, anche quelle fisiche. Accade sempre al Model Expo Italy, manifestazione di riferimento in Italia per il mondo del modellismo. Al padiglione 6 è infatti in mostra la riproduzione fedele in scala 1:75 dell’intero sito archeologico di Morgantina, in provincia di Enna. Un diorama perfetto in ogni dettaglio, con tanto di teatro greco del IV secolo prima di Cristo e agorà con le rovine degli edifici, studiato e realizzato per essere percepito e immaginato attraverso il tatto, dalle persone non vedenti.

L’autrice è Cinzia Gagliano, modellista autodidatta, con la passione per l’archeologia: “Osservando i siti archeologici, mi sono accorta delle difficoltà che incontrano le persone disabili durante le visite turistiche. Per questo ho cercato di riprodurre nel diorama ciò che vedevano i miei occhi e percepivo con il tatto”.   

A Verona il modellismo è anche solidarietà. A Model Expo Italy si tiene anche l’iniziativa benefica in favore di Abeo, la onlus veronese che assiste i bambini emopatici oncologici. Si tratta di una vendita di uova pasquali, al padiglione 3, organizzata da Gardaland e Veronafiere: il ricavato è destinato alla ristrutturazione della Villa Fantelli di Verona, per destinarla all’assistenza dei bambini malati e delle loro famiglie.

Alla presentazione del progetto c’erano Claudio Valente, vicepresidente di Veronafiere, Pietro Battistoni, presidente di Abeo e Massimo Zuccotti, events manager Gardaland.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Model Expo Italy nella macchina del tempo tra videogame del futuro, vintage e cosplay

VeronaSera è in caricamento