Cronaca Porto San Pancrazio / Lungadige Galtarossa, 11

Mobilità tra regioni diverse dal 3 giugno? «Prenderemo tutto il tempo che serve»

Il ministro Boccia sugli spostamenti interregionali: «Faremo le nostre valutazioni»

«Non siamo sorpresi per quel che è accaduto in questo fine settimana. Ma se è comprensibile e umano, dopo due mesi, uscire di casa, non dobbiamo dimenticare che siamo ancora dentro il Covid-19 e dunque chi alimenta la movida sta tradendo i sacrifici fatti da milioni di italiani». Lo ha detto il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia, nel corso di un'intervista al quotidiano La Stampacommentando gli eccessi legati alla "movida" in diverse città italiane, tra le quali anche Verona, verificatisi durante lo scorso fine settimana.

Lo stesso ministro Boccia avrebbe quindi poi specificato: «Alla fine della settimana il Consiglio dei ministri farà le sue valutazioni in base al numero dei contagi. E per lo "sblocco" della mobilità tra Regioni, faremo le nostre valutazioni: non è detto, ma potrebbe diventare inevitabile prendere tutto il tempo che serve». Un passaggio dell'intervista del ministro che lascia dunque supporre l'eventualità di un possibile slittamento nella ripresa degli spostamenti interregionali, ad oggi ipotizzata per il 3 giugno dal decreto legge approvato lo scorso 15 maggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità tra regioni diverse dal 3 giugno? «Prenderemo tutto il tempo che serve»

VeronaSera è in caricamento