Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Piazza Brà

Minorenne invita gli amici a rubare i gioielli di famiglia, scoperto dalla madre

Un ragazzo di 17 anni consegna le chiavi di casa a due amici, un coetaneo e un ventisettenne marocchino, chiedendo loro di rubare nella sua abitazione. Il minorenne voleva rivendere la refurtiva ma il tentativo è stato scoperto dalla madre.

M.B., ragazzo di 17 anni, aveva pianificato di ricavare denaro dalla vendita dei gioielli della madre. Aveva allora consegnato le chiavi della casa dei genitori ad un coetaneo e ad un africano di 27 anni affinchè questi potessero entrare a rubare. Nel pomeriggio del 7 maggio scorso il piano fu messo in atto e dopo aver scassinato la porta per rendere il furto realistico gli amici del minorenne derubarono l'abitazione. Tuttavia, la madre tornando in casa incrociò i due ladri (mascherati con tanto di passamontagna) e vedendo che la porta era stata forzata si mise ad urlare. L'amico più giovane fu fermato da una pattuglia di vigili, mentre il ventisettenne fu arrestato poco più tardi dai carabinieri. Oltre ai gioielli erano stati sottratti anche un orologio in oro ed una macchinetta fotografica di valore. La refurtiva fu trovata, assieme alle chiavi consegnate ai ladri dal figlio.

M.B. sarà processato davanti al tribunale dei Minori di Venezia; lo stesso toccherà all'amico L.B., di 15 anni, che sarà difeso dall'avvocato Francesco Cacciatori, dopo essere stato nel carcere di Treviso. Il giovane marocchino,difeso invece dall'avvocato Simone Bergamini ha patteggiato ieri otto mesi, davanti al giudice Monica Sarti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minorenne invita gli amici a rubare i gioielli di famiglia, scoperto dalla madre

VeronaSera è in caricamento