Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Santa Lucia e Golosine / Via Albere

Mangiano, bevono, ma anziché pagare minacciano il proprietario: arrestati

Quando il gestore ha chiesto loro di saldare il conto, sarebbe stato minacciato con una bottiglia rotta, così ha lasciato andare i due cittadini stranieri e ha avvisato i carabinieri, che li hanno rintracciati poco dopo

I carabinieri davanti al locale di via Albere

Non hanno accolto con favore la richiesta del gestore dell'esercizio di essere pagato per quello che avevano bevuto e mangiato, così lo avrebbero minacciato e se ne sono andati senza sborsare un euro, finendo però in manette con l'accusa di rapina. 

È quanto sarebbe avvenuto in un locale etnico di via Albere, a Verona, nella notte tra sabato e domenica. Una volta consumato quanto ordinato, i due cittadini del Gambia, di 33 e 21 anni, avrebbero rotto una delle numerose bottiglie di birra che avevano svuotato e minacciato il proprietario con il coccio di vetro, "colpevole" di aver chiesto loro di essere pagato. L'uomo allora è stato costretto a lasciarli andare senza vedere saldato il conto, ma non appena possibile ha avvisato il 112. 
I carabinieri a quel punto sono giunti immediatamente, rintracciando e fermando con qualche difficoltà i due che, alterati dall'alcol, avrebbero provato a resistere all'arresto. L'intervento di un secondo equipaggio della della sezione radiomobile di Verona ha permesso di portare gli stranieri in caserma, evitando anche qualcuno si facesse del male. Per la coppia si sono cosi aperte le porte del carcere di Montorio con l'accusa di rapina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mangiano, bevono, ma anziché pagare minacciano il proprietario: arrestati

VeronaSera è in caricamento