menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minaccia il padre e picchia gli agenti che volevano calmarlo: 20enne arrestato

Gli uomini della Squadra Volanti sono stati chiamati all'intervento nella tarda serata di sabato, per una lite in famiglia scoppiata in un'abitazione di via Sommacampagna, a Verona

Avrebbe minacciato il suo stesso padre, per poi scagliarsi contro i due agenti delle Volanti intervenuti per calmarlo, provocando ad uno degli operatori lesioni giudicate guaribili in 25 giorni e all’altro in 6 giorni.
È quanto sarebbe accaduto intorno alle ore 23 di sabato, quando i poliziotti sono intervenuti presso un’abitazione di via Sommacampagna dopo che un uomo aveva allertato il 113, impaurito per il comportamento minaccioso del figlio.

Nel tentativo di riportare la situazione alla normalità, gli agenti avrebbero invitato il giovane ad allontanarsi temporaneamente dalla casa, ma il ragazzo, un 20enne veronese, si sarebbe dimostrato sin da subito ostile nei confronti degli operatori, rifiutandosi di uscire.
Nonostante gli sforzi degli agenti di tranquillizzare il giovane e di porre fine al litigio col padre, il 20enne si sarebbe avventato improvvisamente contro gli operatori, colpendone uno con una gomitata al volto e con dei violenti calci alla caviglia e spintonando con vigore l’altro poliziotto.

Con molta fatica i poliziotti sarebbero riusciti a contenere l'aggressività del giovane, che è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e trattenuto nelle camere di sicurezza della Questura, in attesa di comparire davanti al giudice.
Al termine degli accertamenti, entrambi gli agenti sono dovuti ricorrere alle cure mediche del pronto soccorso, dove è stato diagnosticato ad uno degli operatori un trauma distrattivo lombare, con prognosi di 6 giorni e, all’altro, l’infrazione delle ossa nasali, la distorsione della caviglia sinistra e contusioni multiple, con una prognosi di 25 giorni.
All’esito del giudizio direttissimo che si è svolto nella mattinata di lunedì, il giudice ha convalidato l’arresto e disposto la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria tre volte la settimana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Non siete soli: lettera canzone dedicata agli studenti

  • social

    La Storia di Verona: da oggi in libreria e in edicola

  • Benessere

    Melograno: antiossidante e brucia grassi, ma non solo

  • social

    4 Maggio Star Wars Day

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento