rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Cronaca

Minaccia di uccidere moglie e figlio, arrestato 32enne

L'uomo, già ai domiciliari per essere stato trovato in possesso di droga, non voleva che la moglie lavorasse come badante lasciando che il figlio fosse accudito dalla suocera

 

I carabinieri della Compagnia di Verona hanno arrestato un marocchino di 32 anni, residente da anni in Italia, ritenuto responsabile di aver minacciato di uccidere il figlio di due anni e la moglie, considerata colpevole di volersi trovare un lavoro dopo che l’uomo era finito agli arresti domiciliari per essere stato trovato in possesso di droga.
L’uomo, che non sopportava l’idea che la moglie potesse lavorare come badante e che il figlio fosse accudito dalla suocera, è arrivato a minacciare con un coltellaccio da cucina la moglie mentre teneva tra le braccia il loro figlio.
Il marocchino ha anche minacciato di ammazzare il bimbo pur di non vederlo crescere dalla suocera e di non farlo stare con la madre, qualora non avesse potuto crescerlo lui.
I militari dell’Arma, dopo aver acquisito elementi di colpevolezza a carico dell’uomo, hanno chiesto alla procura della Repubblica presso il tribunale scaligero una misura cautelare più afflittiva degli arresti domiciliari; misura che il giudice per le indagini preliminari, su richiesta della stessa procura, ha subito emesso. Ora l’uomo è ristretto presso la casa circondariale di Montorio.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia di uccidere moglie e figlio, arrestato 32enne

VeronaSera è in caricamento