rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Minacce con riti esoterici, in manette un 39enne

Molestava la compagna dal 2006. Le aveva fatto sborsare 50mila euro

Estorsione, ingiuria e molestie. Questi i capi d’accusa per Miftah El Mostafà, 39enne residente a Verona, arrestato per aver costretto la compagna a partecipare a riti esoterici per combattere la iella e gli spiriti maligni. Il sedicente mago si era fatto “donare” 50mila euro sfruttando l’ascendente che aveva sulla donna. La storia tra i due era cominciata nell’agosto 2006, e fin da subito il “veggente” aveva proposto amuleti e riti vari per scacciare le sfortune eventuali cui la compagna poteva incorrere nel futuro.

In cambio dei servigi di predizione, El Mostafà avrebbe richiesto più volte cospicue somme, fino ad arrivare ai 50mila euro che gli hanno portato le manette ai polsi. La donna, terrorizzata e circuita dalle proposte del 39enne, era ricorsa a prestiti bancarie e finanziarie per affrontare la spesa ma una volta accortasi dell’inganno aveva prontamento denunciato il caso alle autorità. L’udienza preliminare di ieri, ha visto il “mago” presentarsi in tribunale per rendere conto delle azioni al gup Paolo Scotto Di Luzio e al legale della parte offesa, Massimiliano Ferri. Quest’ultimo ha portato in tribunale anche le precedenti minacce che la cliente aveva ricevuto, comprese le continue molestie notturne e il parabrezza dell’auto infranto. Attualmente il denunciato si trova agli arresti domiciliari in attesa del processo fissato per il 7 luglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce con riti esoterici, in manette un 39enne

VeronaSera è in caricamento