Cronaca Stazione / Piazzale XXV Aprile

Sette migranti in un vagone di cereali scoperti a Verona Porta Nuova

Sono di nazionalità iraniana, marocchina e afgana e hanno un'età compresa tra i 20 e i 25 anni. Le loro condizioni fisiche sono state verificate e per nessuno è stato necessario il trasporto in ospedale

Sette migranti di nazionalità iraniana, afgana e marocchina e di età compresa tra i 20 e i 25 anni sono stati soccorsi oggi, 16 maggio, alle 11.30 alla stazione di Verona Porta Nuova. Il gruppetto è stato trovato al binario 12, all'interno di un treno proveniente dalla Serbia e diretto a Poggio Rusco dopo essere transitato da Villa Opicina, in un vagone che trasportava mais. I sanitari del 118, giunti con un'ambulanza e con un'automedica, hanno verificato le condizioni fisiche dei sette iraniani e per nessuno è stato necessario il trasporto in ospedale.
Sul posto anche i vigili del fuoco e gli agenti della polizia ferroviaria di Verona, che hanno aiutato i profughi ad uscire dal vagone.

IL VIDEO DELL'INTERVENTO

I sette migranti sono stati successivamente portati in questura per le identificazioni. Pare che siano entrati in Italia dal confine orientale e proprio uno di loro avrebbe chiamato il 112 per chiedere aiuto. La chiamata è stata poi girata alla Polfer e l'operatore di polizia è rimasto al telefono con il migrante di nazionalità marocchina per circa quaranta minuta prima che il vagone in cui si trovavano i sette stranieri venisse trovato da un operaio di una ditta ferroviaria.

Non è il primo caso simile che capita nel Veronese. A febbraio, dieci migranti sono stati trovati in un carro merci a Verona Porta Vescovo; a gennaio, nove migranti chiusi in un vagone cisterna sono stati salvati a Buttapietra; a dicembre, la polizia ferroviaria veronese nel Quadrante Europa ha trovato quindici migranti in un convoglio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sette migranti in un vagone di cereali scoperti a Verona Porta Nuova

VeronaSera è in caricamento