rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca Centro storico / Piazza Brà

Meteo in Veneto: acqua per tutto il giorno, pericolo nei canali

La Protezione civile regionale dirama il bollettino per oggi: possibile peggioramento fino a mezzogiorno anche in pianura: monitoraggio per canali e affluenti dei fiumi più grandi

Il Centro funzionale decentrato della Protezione civile del Veneto ha emesso, questa mattina alle 6, un bollettino di aggiornamento sulla situazione del maltempo che sta flagellando il territorio regionale. Nelle prime ore della notte le precipitazioni si sono ancora concentrate sulla fascia pedemontana e sulle zone prealpine, in particolare tra le province di Verona e Vicenza (21 mm a Passo Xomo Posina) e tra quelle tra Vicenza e Belluno (25 mm a Valpore – Valle di Seren del Grappa). Le piogge sono state generalmente deboli (1-5 mm/h). Si segnala un isolato rovescio di nella zona di Canton del Pra (Taibon-BL) con piogge moderate (5-10 mm/h) dove la cumulata dalle ore 0 è di 34 mm. Piogge molto deboli su rodigino e portogruarese. Sulla pianura centrale generale assenza di precipitazioni. Dopo le 5 di stamani piovaschi e rovesci sparsi sulle province di Verona, Vicenza, Treviso, Venezia e Belluno. Precipitazioni generalmente assenti su Rovigo, Padova. Sulla provincia di Vicenza nella zona di Malo e su Treviso moderata attività convettiva con precipitazioni intense.

La piena del Bacchiglione è transitata a Vicenza, all'altezza di ponte degli Angeli, dove permangono livelli sostenuti ma in calo; a valle di Longare i livelli sono invece tutt’ora in aumento. Si segnalano livelli sostenuti anche lungo i fiumi Brenta e Piave.

PREVISIONI - La situazione prevista fino alle ore 9 è quella di un aumento della instabilità con probabilità di rovesci e temporali sparsi specie sulle zone pedemontane, prealpine, Dolomiti meridionali e pianura centro-orientale. Sulle restanti zone precipitazioni più intermittenti e discontinue. La tendenza dalle 9 a mezzogiorno: situazione di possibile peggioramento con estensione ed intensificazione delle precipitazioni anche alle zone pianeggianti, ad iniziare dalle zone occidentali. Si prevedono livelli in aumento e sostenuti per il fiume Bacchiglione a valle di Longare e lungo i tratti terminali di Brenta e Piave. Il possibile peggioramento previsto indicativamente dalle ore 9 con estensione ed intensificazione delle precipitazioni anche alle zone pianeggianti potrebbe causare l’innalzamento in particolare dei livelli idrometrici della rete idrografica secondaria.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meteo in Veneto: acqua per tutto il giorno, pericolo nei canali

VeronaSera è in caricamento