menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fine dell'estate, sarà subito freddo. Previsto un weekend di maltempo

Il cambio del mese porterà anche un brusco cambio di stagione, con il primo fine settimana di settembre caratterizzato da un netto cala di temperature e tempo perturbato

Domani è l'1 settembre e inizia la mese di passaggio dall'estate all'autunno. Se si guarda l'astronomia, il cambiamento arriva con l'equinozio che quest'anno arriverà il 22 settembre. Se ci si basa invece sulle medie climatiche dei mesi, l'autunno meteorologico comincerà proprio domani e durerà per il trimestre da settembre a novembre.

Che sia astronomico o meteorologico, l'inizio dell'autunno è comunque una convenzione, anche se quest'anno l'estate potrebbe davvero terminare con oggi, 31 agosto. L'Arpav, infatti, ha annunciato per domani l'arrivo di una "perturbazione di origine nord atlantica che porterà condizioni di tempo instabile, a tratti perturbato, con precipitazioni anche consistenti e un sensibile calo delle temperature".

Potrebbe essere quindi arrivata la fine dell'estate 2017 che in Veneto, ma anche nel resto d'Italia, è stata siccitosa e calda.

Da una prima analisi dei dati raccolti dalla rete di stazioni meteorologiche - scrive Arpav - la stagione estiva appena trascorsa risulta mediamente tra le più calde degli ultimi 25 anni. Considerando le medie stagionali delle temperature massime giornaliere, il primato spetta ancora alla caldissima estate del 2003. Quest'anno la media stagionale delle massime sulla regione ha raggiunto valori intorno ai 27° con medie di 30-32° in pianura. Altre estati particolarmente calde registrate nel recente passato e con valori medi molto simili a quelli di quest’anno sono state quelle del 2012 e del 2015. Anche per quanto riguarda la media stagionale delle temperature minime giornaliere, l’estate di quest’anno si conferma tra le 4 estati più calde degli ultimi 25 anni.

Insomma, è stata un'estate calda e questo lo hanno percepito tutti. Ma dopo tutto questo caldo, nel fine settimana che sta per arrivare sarà percepibile un netto calo termico che porterà la colonnina di mercurio già al di sotto della media del periodo. "A partire da lunedì 4 - conclude Arpav - è probabile una graduale, anche se contenuta, ripresa dei valori termici".

Il cambio di stagione non sarà quindi graduale e il maltempo previsto per il weekend ha fatto scattare lo stato di preallarme e quello di attenzione in tutta la regione. "Lo stato di preallarme - fanno sapere dalla Regione - è dichiarato nei bacini idrografici Alto Piave, Piave Pedemontano, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Adige-Garda e Monti Lessini. Lo stato di attenzione è dichiarato nei bacini Po-Fissero-Tartaro-Canalbianco, Basso Adige, Basso Brenta-Bacchiglione, Basso Piave-Sile-Bacino Scolante in Laguna, Livenza-Lemene-Tagliamento". L'avviso è valido fino alle 14 di domenica 3 settembre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento