Cronaca Piazza delle Erbe

Mercatini di Natale: sequestri della Finanza di prodotti contraffatti e pericolosi

I controlli effettuati hanno consentito di porre sotto sequestro oltre 6.400 articoli contraffatti recanti noti marchi contraffatti (Louis Vuitton, Burberry, Sandro Ferrone, Minions e Masha) e 40 giocattoli pericolosi per l'infanzia

II Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Verona, nell’ambito dell’azione di servizio a tutela dell’economia legale, ha intensificato, in occasione delle imminenti festività natalizie, l’attività tesa anche al contrasto della contraffazione, dell'abusivismo commerciale e della circolazione di prodotti insicuri.

Tali illeciti, infatti, oltre a distorcere le regole della concorrenza ed a sottrarre risorse al fisco, comportano molto spesso condotte pericolose per la salute dei cittadini.

È quanto emerso anche negli interventi eseguiti nei giorni scorsi dai militari del Gruppo di Verona, impegnati in città e provincia presso alcuni esercizi commerciali.

I controlli effettuati hanno consentito di porre sotto sequestro oltre 6.400 articoli contraffatti (cappellini, sciarpe, scaldacolli, guanti, portafogli, borse, smartphone, tessuti, foulard, etichette e pupazzi) recanti noti marchi contraffatti (Louis Vuitton, Burberry, Sandro Ferrone, Minions e Masha) e 40 giocattoli pericolosi per l'infanzia, individuati grazie al sistema europeo RAPEX che consente un'identificazione tempestiva e un rapido ritiro dal mercato dei prodotti a rischio come, in questo caso, quelli che possono essere causa di asfissia e lesioni alla vista per i più piccoli. Cinque persone, alcune di nazionalità cinese, sono state denunciate alla Procura della Repubblica di Verona.

Le Fiamme Gialle di Soave hanno, invece, effettuato un controllo presso un esercizio commerciale gestito da un soggetto di nazionalità cinese che ha portato al sequestro di oltre 1.300 articoli (casalinghi e giocattoli), alcuni in violazione del codice del consumo, altri riportanti una marchiatura “CE” non conforme ai requisiti imposti dalla normativa nazionale e comunitaria, altri ancora sprovvisti dell'indicazione di "non tossicità" e alla segnalazione del responsabile alla Camera di Commercio di Verona.

Il bilancio dell’operazione condotta dai militari in forza al Comando Provinciale di Verona, conferma la cura con cui la Guardia di Finanza procede al controllo economico del territorio e sottolinea la costante attenzione posta dal Corpo ad un fenomeno in continua evoluzione che sembra non conoscere rallentamenti, specialmente con l’approssimarsi delle festività natalizie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercatini di Natale: sequestri della Finanza di prodotti contraffatti e pericolosi

VeronaSera è in caricamento