Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca Stadio / Via Eugenio Curiel

Verona. Marito ubriaco e violento litiga con la propria famiglia e la minaccia di morte

Erano circa 00.35 quando gli agenti delle Volanti si sono dovuti recare in un condominio di Borgo Milano in seguito alle ripetute segnalazioni dei vicini, che lamentavano un'accesa lite familiare nell'appartmento

Nella nottata appena trascorsa, intorno alle 00.35, gli agenti della Squadra Volanti sono intervenuti per riportare la calma e, soprattutto, la sicurezza in un condominio di Borgo Milano, all’interno del quale si stava consumando l’ultima di una serie di liti in famiglia.

Avvisati tramite il 113 da numerosi condomini allarmati, al loro arrivo i poliziotti hanno subito individuato il marito, in evidente stato di alterazione alcolica, minaccioso e violento. Non reagendo alle provocazioni, i poliziotti, dopo ripetuti tentativi sono riusciti a persuadere l’uomo ad uscire dall’appartamento, rincuorando così la moglie e i tre figli minori della coppia presenti all’interno e visibilmente spaventati. Ma giunto all’esterno, tuttavia, l’uomo ha ricominciato a strepitare, minacciando di morte la propria famiglia: è stata necessaria una lunga attività di dialogo da parte degli agenti per convincerlo ad allontanarsi a piedi allo scopo di calmarlo e di far passare l’effetto dell’alcol.

Purtroppo però, meno di un’ora dopo, i poliziotti sono dovuti intervenire nuovamente, visto che l’uomo si era ripresentato davanti all’appartamento, nel quale stava cercando di entrare con la forza. A quel punto, vista la pericolosità dell’individuo, non nuovo ad episodi di tale aggressività nei confronti della moglie e dell’ambiente domestico, gli agenti hanno provveduto a condurlo in Questura.

Una volta formalizzata la denuncia per maltrattamenti da parte della moglie ed in considerazione di quanto accaduto, U.I., 45enne rumeno è stato denunciato in stato di libertà per il reato di minacce e disturbo del riposo delle persone.

L’episodio da modo alla Questura di esortare chiunque si trovasse ad assistere - anche indirettamente - a situazioni analoghe a informare immediatamente il 113, poiché dietro quello che può sembrare un semplice litigio potrebbe celarsi la commissione di una violenza domestica tenuta nascosta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona. Marito ubriaco e violento litiga con la propria famiglia e la minaccia di morte

VeronaSera è in caricamento