Cronaca Castel d'Azzano

Arrestato un fornaio a Castel D'Azzano: coltivava marijuana

I carabinieri della stazione locale hanno fatto irruzione nella casa dell'uomo all'alba trovando due piante di ganja che l'uomo avrebbe giustificato con l'uso personale

Si è conclusa ieri mattina la prima operazione del nuovo comando di carabinieri della stazione di Castel D’Azzano, a pochi giorni dalla sua inaugurazione ufficiale, avvenuta sabato 22 settembre. 

I militari hanno fatto irruzione all'alba, in una casa tra Castel D'Azzano e Ca' di David, alla ricerca di piante di canapa. L'operazione ha portato buoni frutti, visto che sono state trovate due piante, la prima di 1,80 metri per un peso di 1700 grammi e la seconda di 1.60 metri per 800 grammi. A finire nei guai è stato il padrone di casa, un fornaio di nazionalità italiana, di 37 anni, con piccoli precedenti ma neanche uno per droga. L'uomo, che vive da solo, si è giustificato dicendo che la coltivazione era esclusivamente per uso personale. 

Secondo le indagini dei carabinieri invece la produzione, oltre che all'uso personale, era destinata anche ad amici e conoscenti, con un guadagno netto stimato in circa 3000 euro l'anno. Per il fornaio sono scattate le manette con l'accusa di produzione illecita di sostanze stupefacenti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato un fornaio a Castel D'Azzano: coltivava marijuana

VeronaSera è in caricamento