menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Eleonora Perraro - foto Facebook

Eleonora Perraro - foto Facebook

Una marcia silenziosa promossa dai cittadini dell'Alto Garda per ricordare Eleonora

Una risposta forte dinanzi ad una morte che ha lasciato tutti sgomenti

Sarà il silenzio "l'arma" con la quale la comunità dell'Alto Garda cercherà di esprimere tutto il dolore e lo sconcerto per quello che parrebbe essere l'ennesimo caso di una donna uccisa. Eleonora Perraro è stata trovata senza vita nel giardino di un bar sulla strada panoramica tra Nago e Torbole. Così come riferisce TrentoToday, al momento l'unico indagato sarebbe proprio il marito, il quale avrebbe trascorso con lei la notte all'esterno del locale, e all'alba avrebbe quindi dato l'allarme.

Per ora l'indagato, che attualmete si trova in carcere, sembrerebbe voler continuare a non rispondere alle domande. I cittadini dell'Alto Garda, invece, una risposta vogliono provare a darla, magari anche silenziosa e rispettosa, ma pur sempre forte e decisa dinanzi ad una morte che ha lasciato tutti sgomenti.

Si tratta di una marcia silenziosa da Nago fino al luogo del delitto: questo l'appuntamento lanciato per domenica 15 settembre alle 14.30. Un appuntamento informale, ma al quale parteciperanno i rappresentanti delle istituzioni, in primis il sindaco di Arco Alessandro Betta ed il consigliere Tommaso Ulivieri, che nei giorni scorsi avevano auspicato una presa di posizione anche da parte di altri Comuni gardesani sulla dolorosa vicenda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento