rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca

Marchi falsi, sequestrati 20mila capi d'abbigliamento

Lo sviluppo dell'operazione "alba di ferro" ha portato alla denuncia di tre persone per ricettazione

Lo scorso ottobre era stato sequestrato un magazzino-lager a Isola della Scala, in cui molti operai clandestini vivevano, lavoravano e dormivano insieme. Compresi due neonati, che venivano messi a dormire in una cassettiera o in uno scatolone. Era l'operazione "Alba di ferro". Che in questi due mesi è stata approfondita ed estesa, portando al sequestro di una ditta lombarda e di ventimila capi contraffatti. Tre persone, due italiane e una di origine cinese, sono state denunciate a piede libero per ricettazione, contraffazione e commercio di prodotti falsi.

La guardia di finanza ha risalito l'intera filiera che i capi prodotti percorrevano prima di essere commercializzati. Nella rete sono finiti alcuni rivenditori ambulanti cinesi, che operavano in tutti i mercatini periodici della provincia. Oltre a sequestrare duecento capi contraffatti, che riproducevano quelli delle divise di molte squadre di calcio italiane ed europee, le forze dell'ordine hanno controllato la documentazione fiscale, quando è stato possibile. Ciò ha permesso di arrivare al "livello superiore". Individuando i grossisti della merce contraffatta e, in particolare, una società serigrafica della zona della Brianza che produceva i marchi contraffatti.

Sono scattate le perquisizioni delle diverse sedi operative dell'azienda, attraverso cui è stato possibile sequestrare oltre ventimila stampe serigrafiche contraffatte riportanti i loghi e i colori di molti club calcistici europei, compresi quelli del Chievo e dell'Hellas, e di molti sponsor tecnici. Identici agli originali e pronti per finire in commercio. Oltre ai marchi, sono stati sequestrati anche i macchinari per la loro produzione illegale. Un mercato, quello della merce contraffatta, estremamente redditizio. I capi venivano venduti come originali a prezzi scontati. Ciò assicurava un enorme ricarico. Visto che il costo industriale per ogni pezzo non superava l'euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marchi falsi, sequestrati 20mila capi d'abbigliamento

VeronaSera è in caricamento