La città e l'esercito ricordano il Capitano Manuel Fiorito caduto in Afghanistan

Nella chiesa di San Domenico Savio in Verona si è tenuta una messa in suffragio del Capitano Manuel Fiorito, il quale perse la vita il 5 maggio del 2006 in seguito a un attentato terroristico che causò la morte anche del Maresciallo Luca Polsinelli

Si è celebrata durante la mattinata di venerdì 5 maggio nella chiesa di San Domenico Savio in Verona una messa in suffragio del Capitano Manuel Fiorito, caduto in Afghanistan a seguito di un attentato terroristico il 5 maggio 2006. Nello stesso attentato perse la vita anche il Maresciallo Luca Polsinelli.

Alla funzione erano presenti i genitori del Capitano, autorità civili e militari locali, il Generale Amedeo Sperotto – Comandante del Comando delle Forze Operative Terrestri  di Supporto – e una folta rappresentanza di militari colleghi dell’Ufficiale e di cittadini veronesi. I presenti si sono poi riuniti al cimitero di San Massimo per un momento di preghiera sulla tomba del Capitano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Capitano Manuel Fiorito è stato insignito della medaglia d’Argento al Valor Militare alla memoria, con la seguente motivaizone: «Giovane ufficiale comandante di pattuglia interveniva sul luogo ove poco prima si era verificato un grave attentato ai danni di un drappello dell'Afghan National Police. Durante l'intervento l'unità veniva a sua volta fatta oggetto di attacco terroristico mediante un ordigno esplosivo comandato a distanza, che procurava il decesso immediato di un militare e il ferimento di altri cinque. L'ufficiale, nonostante le gravissime ferite riportate, spronava i suoi uomini a mantenere la calma, rassicurandoli sul prossimo arrivo dei soccorsi. Notato un componente della pattuglia ferito seriamente al capo, in un atto di estrema generosità, si trascinava verso di lui nel tentativo di portargli soccorso. L'ufficiale spirava poco dopo l'arrivo dei rinforzi. Fulgida figura di comandante che ha saputo infondere, fino all'estremo sacrificio, la forza necessaria per reagire nell'animo dei propri uomini, costituendo ammirevole esempio di coraggio e dedizione ispirato alle migliori tradizioni dell'Esercito e della Patria».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in vigore la nuova ordinanza firmata da Zaia: cosa cambia a Verona

  • Coronavirus in Germania, la testimonianza di un veronese: «Niente quarantena e allarmismo in TV»

  • «A Verona 140 mila quintali di fragole da raccogliere: servono 3 mila lavoratori»

  • Coronavirus, nuovi casi positivi a Verona ma rallentano ricoveri e decessi

  • In 24 ore 15 morti positivi al virus nel Veronese: frenano contagi e ricoveri. Veneto: 9.177 casi

  • Covid-19, altri 33 tamponi positivi in provincia di Verona. Aumentano anche i "negativizzati"

Torna su
VeronaSera è in caricamento