menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Foto generica di repertorio)

(Foto generica di repertorio)

Gemelli di pochi mesi con ossa fratturate e cocaina nel sangue. Genitori allontani

La coppia si è avvalsa della facoltà di non rispondere durante l'interrogatorio di garanzia del gip, il quale ha accolto la richiesta del pm, ordinando alla coppia di non avvicinarsi più ai figli

Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere ieri, 19 marzo, quando si sono dovuti presentare per l'interrogatorio di garanzia davanti al giudice per le indagini preliminari di Verona. Sono i genitori di due gemelli nati nel maggio 2020. Bimbi da cui ora sono stati allontanati, perché il gip ha accolto la richiesta del pubblico ministero. Il pm aveva chiesto che i due genitori non potessero più avvicinarsi ai gemellini, dopo averli accusati di maltrattamenti e di lesioni gravi.

La vicenda giudiziaria è raccontata oggi da Laura Tedesco sul Corriere di Verona. Nel settembre 2020 (quindi quando i gemellini avevano solo quattro mesi), i genitori hanno portato uno dei figli al pronto soccorso di San Bonifacio. Da lì è stato trasferito a Borgo Trento. Il piccolo aveva riportato una frattura del femore e la coppia che doveva prendersene cura non è riuscita a fornire una spiegazione plausibile per tale lesione. Questo ha insospettito i sanitari che hanno svolto ulteriori indagini scoprendo altre fratture non solo nel bimbo che era stato portato al pronto soccorso ma anche nel fratellino. Ed eseguendo esami tossicologici, è stata scoperta la presenza di cocaina nel sangue dei due gemelli.
Secondo l'accusa, la coppia di genitori avrebbe percosso i figli nati da pochi mesi e avrebbe consentito loro di inalare lo stupefacente. Una conclusione, a cui il pubblico ministero è giunto anche leggendo anche i risultati di una consulenza medico-legale che ha escluso la presenza di patologie nei gemellini tali da generare in loro una particolare fragilità delle ossa.
Pur avvalendosi della facoltà di non rispendere, i due accusati hanno negato eventi traumatici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento