Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Bardolino / Via Giacomo Leopardi

Le tolgono la figlia, lei se la riprende e scappa. Donna bloccata a Bardolino

Sono durate una ventina di giorni le ricerche di una madre del Riminese a cui era stata revocata la potestà genitoriale. La donna ha portato via la figlia alla casa famiglia a cui era stata affidata, ma la sua corsa si è fermata nel Veronese

L'autorità giudiziaria le revoca la potestà genitoriale ed affida la figlia ad una casa famiglia, ma la donna non lo accetta e scappa insieme alla figlia e al compagno. Una fuga durata una ventina di giorni e terminata ieri, 26 agosto, a Bardolino. Una fuga terminata con una denuncia per sottrazione di minore in concorso, reato di cui dovranno rispondere sia la donna che il suo compagno, mentre la minore è stata riaffidata agli assistenti sociali.

È cominciata nel Riminese e si è conclusa in Veneto questa storia riportata dal Corriere Romagna e che vede al centro una donna trentina residente in provincia di Rimini. La donna avrebbe portato via la figlia da una casa famiglia riminese. Casa famiglia a cui la minore era stata affidata in seguito alla revoca della potestà genitoriale alla madre. E così, il 4 agosto scorso, i carabinieri di Montefiore Conca hanno fatto partire delle complesse indagini, sotto la direzione del pubblico ministero Davide Ercolani. Indagini che hanno permesso di rintracciare la donna prima nel Padovano e poi a Bardolino. È a questo punto che vengono attivati i carabinieri della compagnia di Peschiera del Garda, i quali sono riusciti a rintracciare e a bloccare l'auto della donna. Alla guida del veicolo c'era il compagno di lei, il quale è stato denunciato insieme alla madre della minore. La giovane è stata trovata in uno stato di salute buono ed è stata di nuovo allontanata dalla madre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le tolgono la figlia, lei se la riprende e scappa. Donna bloccata a Bardolino

VeronaSera è in caricamento