rotate-mobile
Cronaca Sommacampagna / Via Aeroporto

Madre siriana con 5 figli fermata all'aeroporto Catullo con carte d'identità false

Gli agenti della Polizia di Stato hanno fermato la famiglia siriana mentre s'imbarcava su un volo Ryanair per raggiungere Londra: i loro documenti infatti erano stati contraffatti

Gli stringenti servizi contro l’immigrazione clandestina assicurati quotidianamente presso l’aeroporto di Verona dagli Agenti della Polizia di Stato, hanno permesso mercoledì mattina di rintracciare una famiglia di cittadini siriani (madre e 5 figli) che si voleva imbarcare sul volo per Londra della compagnia Ryanair, esibendo delle carte di identità italiane risultate rubate in bianco e contraffatte mediante anche l’apposizione delle loro fotografie.

I 6 passeggeri siriani sono stati bloccati al controllo documentale del volo per Londra dagli operatori della Polizia di Frontiera che, esaminati i documenti italiani esibiti dagli stranieri, hanno subito rilevato alcune anomalie in merito alla loro autenticità.

La madre G.R., di anni 40, ha ammesso di aver acquistato le carte di identità per la sua famiglia e che voleva andare a Londra per raggiungere degli amici: la donna ha raccontanto di essere partita un mese fa dalla Siria e di essere giunta in Italia dopo aver attraversato diversi paesi, con l'intenzione di trasferirsi subiro nella capitale del Regno Unito. 

G.R. e B.R., madre e figlia maggiorenne, sono state quindi arrestate in flagranza di reato e successivamente, a seguito di convalida dell’arresto da parte dell’Autorità Giudiziaria, liberate. I figli minori sono stato affidati alla madre

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Madre siriana con 5 figli fermata all'aeroporto Catullo con carte d'identità false

VeronaSera è in caricamento