rotate-mobile
Cronaca

Madre e figlio spacciano la marijuana del nonno

La madre stata messa agli arresti domiciliari, denunciati il figlio e l'amico

Un’intera famiglia coinvolta nella coltivazione e nello spaccio di marijuana. Si è conclusa così un’indagine della squadra mobile che da giorni teneva d’occhio un minorenne residente a Negrar, sospettato di spacciare la sostanza stupefacente.

Un giovane, fermato all’uscita di una villetta del paese, ha raccontato ai militari di aver consumato marijuna all’interno della casa. Sulla base di queste dichiarazioni, le forze dell’ordine hanno proceduto con la perquisizione, trovando in salotto il minore sospettato con un amico, mentre sul tavolino della stanza erano appoggiati un bilancino di precisione, una busta di plastica trasparente contenente una piccola quantità “d’erba” e 300 euro in contanti. La perquisizione è inizialmente proseguita nella camera della madre, L.G., di 45 anni, dove è stata trovata un’altra piccola quantità di cannabis, per poi spostarsi nel bagno. Qui, in uno spazio nascosto della vasca idromassaggio, è stata trovata una quantità decisamente superiore della sostanza in questione, facendo salire il conto ad un chilogrammo di marijuna ritrovata.


La donna, portata negli uffici della questura, ha confessato di aver rivecuto la droga dal padre, A.G., di 66 anni, residente a Roma, che avrebbe iniziato a coltivare canapa nella sua residenza romana, su consiglio di un’altra sua figlia, per sopperire a grossi problemi finanziari di cui sarebbe vittima. Le forze dell’ordine di Civitavecchia, su avvertimento dei colleghi veronesi, hanno perquisito la casa dell’uomo, rinvenendo una serra contente una sessantina di piante. La donna avrebbe anche confessato che l’attrezzatura è stata comprata tramite il sito, chiuso recentemente, www.marijuana. it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Madre e figlio spacciano la marijuana del nonno

VeronaSera è in caricamento