menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

M5S contro la vendita di mezza Atv a Fnm. Iniziative a Verona e in Lombardia

Una raccolta firme nel veronese e un'interrogazione in Regione Lombardia per fermare la vendita Ferrovie Nord Milano. Gennari: "Stanno acquistando quote al doppio del loro valore"

Manovra a tenaglia del M5S contro la cessione del 50% di Atv a Ferrovie Nord Milano. C'è infatti un'offerta da 21 milioni di euro per acquisire le quote messe all'asta dalla Provincia. L'altro azionista è il Comune di Verona, che potrebbe ottenere il 100% di Atv, solo pareggiando l'offerta di Fnm. Ma 21 milioni sono davvero tanti soldi e quindi il sindaco di Verona Flavio Tosi ha iniziato una serie di incontri con i milanesi per trovare garanzie per i lavoratori e per i servizi. In pratica per mantenere la veronesità dell'azienda. Come chiedono la Lega Nord e il sindacato Sls, che non vorrebbero la vendita a Fnm.

E non la vuole neanche il Movimento 5 Stelle che ha in mente una raccolta firme in tutto il territorio veronese per chiedere alla Provincia di mantenere a Verona l'azienda di trasporto locale. E sulla sponda lombarda i 5 Stelle hanno depositato un'interrogazione in Regione Lombardia per chiedere se il maggior azionista di Trenord (la Regione Lombardia appunto) è d'accordo nel pagare le quote di Atv il doppio del loro valore. "È ovvio che desideriamo venga mantenuto il controllo sul nostro trasporto locale - ha dichiarato il candidato sindaco del M5S Alessandro Gennari - Si sta valutando l'operazione con Ferrovie Nord perché non ci sono le risorse per far valere la prelazione, rischiando, tra l'altro, un danno erariale qualora venisse fatto valere tale diritto. Se fossi azionista di Ferrovie Nord venderei subito le mie quote. Stanno pagando l'acquisizione del 50% di Atv, il doppio del loro valore. Mi chiedo come si possa anche solo considerare un tale esborso". 

"Si è valutato l'impatto dell'acquisizione sui lavoratori? - chiede il consigliere comunale 5 Stelle Riccardo Saurini - Bisognerebbe mettere sul tavolo della trattativa un business plan che chiarisca i progetti di Ferrovie Nord in merito a personale, efficienza del servizio, tariffazione e contrasto del fenomeno dei portoghesi".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Verona usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Da Verona parte la crociata contro Sanremo, Castagna: «È diventato Sodoma e Gomorra?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento