Lutto a Gazzo. A 46 anni è morto don Paolo De Grandi, il prete calciatore

Era parroco a Campoluci, in provincia di Arezzo, ed è morto facendo quello che più gli piaceva fare: giocare a calcio. Purtroppo inutili i soccorsi. Domani, 18 luglio, i funerali

Foto: Facebook

Partiranno in tanti dal veronese per partecipare domani, 18 luglio, alle 17 nella chiesa parrocchiale di Campoluci, nell'aretino, al funerale di don Paolo De Grandi, 46enne di Gazzo, morto per un malore venerdì 15 luglio, come scrive L'Arena, mentre giocava a calcio, la sua grande passione.

Secondo la ricostruzione dei testimoni, don Paolo aveva passato la giornata con i ragazzi del Grest e non aveva dato nessun segno di malessere. Prima di cena, è sceso in campo per una partitella tra amici. Poi il malore, don Paolo De Grandi si è accasciato al suolo. I ragazzi hanno chiamato il 118, qualcuno ha provato anche a praticargli il massaggio cardiaco. Purtroppo è stato tutto inutile, il suo cuore aveva smesso di battere e non è più ripartito. La famiglia di don Paolo è stata subito informata ed è partita immediatamente per Campoluci, dove don Paolo aveva la sua parrocchia.

Don Paolo De Grandi era noto per essere un prete calciatore. Capitano della Nazionale di Calcio Sacerdoti, organizzatore di molti tornei in cui riusciva a coivolgere sportivi e uomini dello spettacolo importanti, don Paolo era nato con l'amore per il pallone ed era cresciuto nelle giovanili delle Hellas. La sua carriera fu stroncata ancora prima di nascere da un incidente stradale. Più tardi scoprì la sua vocazione e nel 2005 prese i voti. Gli affidarono una parrocchia nell'aretino dove è stato amato da tutti e dove tutti ora lo piangono.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

  • Persona investita da un'auto, trasportata d'urgenza in ospedale: è grave

  • Ladri acrobati si arrampicano fino al quinto piano e svaligiano l'appartamento

  • Braccato dai carabinieri per il tentato omicidio della fidanzata, si dà fuoco

  • Due semafori abbattuti da auto: sanzionati un uomo e neopatentata positiva all’etilometro

Torna su
VeronaSera è in caricamento