menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lupi in Veneto, l'assessore Pan: "Sterilizzare le femmine in età di riproduzione”

L'assessore regionale Giuseppe Pan ha annunciato un "piano di controllo della presenza del lupo in Veneto", prevedendo anche "la possibilità di traslocare gli esemplari in sovrannumero e di sterilizzare le femmine"

Dopo le recenti critiche arrivate direttamente da Legambiente nei confronti della Regione Veneto in merito alla gestione della presenza di lupi in Veneto, è lo stesso assessore regionale all'Agricoltura, caccia e pesca Giuseppe Pan ad intervenire provando a fare chiarezza sul tema: “Intendo sottoporre all’attenzione della Giunta regionale una ipotesi di piano di controllo della presenza del lupo in Veneto, che preveda, tra i vari interventi contemplati dalle normative vigenti, la possibilità di traslocare gli esemplari in sovrannumero e di sterilizzare le femmine in età di riproduzione”.

È quanto annunciato dall’assessore Giuseppe Pan,  sollecitato dal dibattito in corso su come gestire la presenza dell’animale predatore sugli altopiani della Lessinia e di Asiago e nella fascia pedemontana veneta: “Ho ereditato il progetto comunitario Life– Wolfalps, recepito da una delibera nel 2013 – premette l’assessore - Mi sono trovato a gestire una situazione difficile, con gli allevatori da una parte e gli animalisti dall’altra. Ha adottato un approccio pragmatico e concreto, da buon amministratore, lasciando da parte le ideologie e affrontando i problemi, nel rispetto delle leggi, italiane ed europee, secondo le soluzioni tecniche a disposizione e le risorse disponibili”.

Nel 2016 – ricorda Pan – l’assessorato regionale si è adoperato per finanziare e far installare 20 recinti elettrificati, consegnati agli allevatori in Lessinia, e per accelerare le procedure di rimborso per gli allevatori colpiti dalle predazioni dell’animale selvatico.

“Entro luglio 2017 – aggiunge - risulteranno installati in Veneto 180 recinti elettrificati (60 in Lessinia, 60 Asiago, 60 Belluno) e saranno incaricati 3 assistenti agli allevatori, più una figura di supporto e una figura di tutor per la gestione dei lupi nelle tre aree”. L’assessore ha istituito e reso operativo il Tavolo regionale per la gestione composto da tre gruppi tecnici al lavoro per le aree interessate (Lessinia, Altopiano Asiago e Grappa).

Complessivamente – ricorda l’assessore – con il progetto Wolfalps sono stati stanziati dal 2014 a oggi, per gestire la presenza del lupo in veneto, 560.000 euro, di cui 430.000 finanziati dall’Ue e 130.000 cofinanziati dalla Regione  (indennizzi a parte).

“Ad oggi queste risorse previste dal progetto Wolfalps sono esaurite – avverte l’assessore - La naturale scadenza del progetto sarà nel giugno 2018 e la mozione approvata dal Consiglio regionale del Veneto impegna la Giunta a non aderire più al progetto comunitario. Ma la presenza del lupo resta comunque tutelata dalle direttive comunitarie e dalla normativa nazionale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento