rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca

Morto a 75 anni l'ex arbitro Luigi Agnolin: fu dirigente dell'Hellas Verona

Si è spento a Bassano del Grappa dopo una lunga malattia. Nei primi 2000 fu amministratore delegato del club scaligero, mentre come arbitro partecipò ai Mondiali di Messico '86 e Italia '90

All'età di 75 anni, dopo una malattia durata una decina di mesi, si è spento Luigi Agnolin, ex arbitro di Serie A e, per un breve periodo, anche dirigente dell'Hellas Verona, che lo ha ricordato con un comunucato ufficiale.

Il presidente Maurizio Setti e tutto l'Hellas Verona FC, esprimono la loro vicinanza alla famiglia Agnolin per la scomparsa di Luigi, ex arbitro di fama internazionale e dirigente gialloblù nei primi anni 2000.

Agnolin è morto nella "sua" Bassano del Grappa nella notte tra venerdì e sabato, dove ha dato vita anche ad un centro sportivo. Figlio d'arte (dell'ex arbitro internazionale Guido Agnolin), è stato inserito nella Hall of fame del calcio italiano nel 2012, nella categoria Arbitro italiano, insieme al collega Paolo Casarin. Uomo di grande carattere, ha diretto 226 gare in serie A dove esordì nel 1973 in Fiorentina-Cagliari. L'esordio in B risale invece al 1968 in Como-Monza.

Agnolin viene considerato uno dei migliori fischietti di tutti i tempi. Diventato internazionale nel 1978, partecipò ai Campionati Mondiali di Messico '86 (dove venne nominato miglior arbitro della competizione) e Italia '90. Diresse inoltre le finali di Coppa Italia delle edizioni 1984-1985 e 1987-1988, oltre alla finale di Coppa della Coppe del 1987 (che vide la vittoria dell'Ajax sul Lokomotiv Lipsia per 1-0) e quella di Coppa dei Campioni del 1988, dove il Psv Eindhoven superò il Benfica per 6-5 ai calci di rigore. 

Tra il 1990 e il 1992 invece Agnolin venne scelto come designatore arbitrale per la Serie C, non venendo però riconfermato dall'allora presidente federale Antonio Matarrese. Come dirigente di club ricoprì il ruolo di direttore generale della Roma (1994), amministratore delegato del Venezia (1999-2000) e del Verona (2000-2001), mentre nel 2006 venne scelto da Guido Rossi  per guidare l'Associazione Italiana Arbitri dopo lo scoppio di Calciopoli e per pochi mesi fu dunque Commissario straordinario dell'Aia. 
I suoi ultimi incarichi lo videro come presidente del Settore giovanile e scolastico della Figc fino al 2007 e dal 2011 al giugno 2013 fu invece direttore generale del Perugia, prima di ritirarsi a vita privata. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto a 75 anni l'ex arbitro Luigi Agnolin: fu dirigente dell'Hellas Verona

VeronaSera è in caricamento