menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il logo portato sul berretto dai tifosi fermati

Il logo portato sul berretto dai tifosi fermati

Logo di Hitler sui berretti, segnalati a Bologna otto tifosi dell'Hellas Verona

«Razzisti e seguaci di un criminale, che riceveranno il Daspo e che sono stati denunciati». Così li ha definiti il senatore veronese del Partito Democratico Vincenzo D'Arienzo

«Razzisti e seguaci di un criminale, che riceveranno il Daspo e che sono stati denunciati». Così, il senatore veronese del Partito Democratico Vincenzo D'Arienzo ha definito gli otto tifosi dell'Hellas Verona che volevano entrare allo stadio Dall'Ara di Bologna con dei berretti molto particolari. I supporter, ovviamente, volevano sostenere la squadra gialloblu che, il 19 gennaio scorso, ha giocato contro i felsinei, pareggiando 1-1.

La particolarità dei berretti degli otto tifosi era l'immagine che vi era impressa: il volto stilizzato di Adolf Hitler. Il logo, infatti, mostrava l'inconfondibile taglio di capelli del dittatore nazista e al posto dei suoi iconici baffetti c'erano le scale, simbolo della città di Verona.

Dobbiamo isolarli - ha dichiarato D'Arienzo - Credo sia doveroso conoscere i nomi di questi signori e trattarli come meritano: discriminarli per la loro idolatria verso un criminale e per il loro odio razziale. La nostra società non ha bisogno di gente simile.

Gli otto tifosi sono stati scoperti all'ingresso del stadio emiliano. I loro berretti sono stati subito sequestrati e rapida è partita la segnalazione alle autorità. Oltre al Daspo, i supporter gialloblu rischiano anche una denuncia per violazione della Legge Mancino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento