menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carabinieri di Villafranca

Carabinieri di Villafranca

La figlia chiama il 112 per una furiosa lite tra la madre e il compagno, che aggrediscono i carabinieri

Il litigio è scoppiato nella tarda serata di lunedì in un'abitazione dell'Alpo, frazione di Villafranca, forse anche a causa di qualche bicchiere di troppo. Nell'episodio sono rimasti lievemente feriti due carabinieri ed un operatore del 118

Un uomo classe 1987, V.L. residente a Sona, e una donna classe 1974, O.V. residente a Villafranca di Verona, entrambi italiani, nella notte tra lunedì e martedì sono stati arrestati dall'Aliquota Radiomobile della Compagnia di Villafranca, per i reati di resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale in concorso e danneggiamento.

Il tutto è avvenuto in tarda serata, quando la figlia ventenne della donna ha chiesto l'intervento del 112, in quanto era in corso una violenta lite tra i due compagni all'interno dell'appartamento di O.V., situato all'Alpo. Secondo quanto riferito dall'Arma, entrambi probabilmente si trovavano sotto l'effetto dell'alcol e avrebbero danneggiato numerosi suppellettili dell’abitazione: all'arrivo dei militari avrebbero iniziato ad inveire anche contro di loro, rifiutando qualsiasi tipo di aiuto o mediazione. Oltre alla Radiomobile di Villafranca sono così intervenute in anche altre tre pattuglie dei carabinieri ed il personale sanitario del 118.
V.L. avrebbe provato a più riprese a colpire le forze dell'ordine, anche brandendo una sedia: mentre veniva bloccato, sarebbe riuscito comunque a sferrare un calcio sull’avambraccio di un carabiniere, che nell’azione è rimasto ferito. Vedendo il compagno in manette, O.V. si sarebbe ulteriormente infuriata e si sarebbe poi scagliata contro gli operatori nel tentativo di liberarlo, ma venendo infine fermata. Durante questi concitati momenti, avrebbe morso un militari e ferito con un vetro un sanitario del 118: entrambi hanno riportato lievi lesioni.

Al termine degli accertamenti di rito, i due sono stati condotti nele camere di sicurezza della Compagnia di Villafranca di attesa del rito direttissimo. Anche in questa fase, l'uomo avrebbe continuato ad inveire contro i militari, danneggiando la porta e la telecamera della camera di sicurezza.
Nella mattinata di martedì l'autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto, disponendo per entrambi l’obbligo di presentazione giornaliera presso la polizia giudiziaria competente per territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento