Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Stadio / Via Adriano Cristofoli

Lite furibonda in via Cristofoli a Verona, uno dei feriti rifiuta le cure in ospedale e danneggia l'ambulatorio

All'origine della rissa, spiega la questura scaligera, pare vi fosse «una donna». Necessario l'intervento della polizia. Uno dei due feriti sanzionato anche perché senza mascherina in ospedale

Poco prima delle ore 16 di venerdì 20 agosto, secondo quanto comunicato dalla questura scaligera, gli agenti delle volanti sono dovuti intervenire in via Cristofoli a Verona per dirimere «una furibonda lite che si stava consumando in strada». Protagonisti dell’alterco sarebbero stati «due cittadini italiani» e, nel dettaglio, si sarebbe trattato di «un trentaseienne napoletano ed un quarantatreenne veronese, entrambi pregiudicati».

Da una prima ricostruzione dei fatti riportata nella nota stampa della polizia, sembrerebbe che i due «si stessero contendendo una donna a suon di colpi di bottiglia, da un lato, e di coltello, dall’altro». I poliziotti intervenuti spiegano di averli immediatamente separati e, dopo aver chiamato i soccorsi per la prestazione delle cure mediche, di aver proceduto al sequestro degli oggetti utilizzati dai due per ferirsi reciprocamente.

L'uomo trentaseienne che ha riportato «ferite al sopracciglio, al capo e alla nuca», è stato poi «denunciato per lesioni aggravate e per porto abusivo d’armi, essendo stato trovato in possesso del coltellino, ancora sporco di sangue, utilizzato per ferire l’avversario». Il quarantatreenne, invece, oltre ad essere stato a sua volta «denunciato per lesioni aggravate», è stato altresì «denunciato per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale e per danneggiamento».

L’uomo, infatti, sempre in base a quanto comunicato nella nota della questura scaligera, è stato trasportato presso l’ospedale di Borgo Trento per il taglio riportato sull’arcata sopraccigliare sinistra, ma avrebbe «rifiutato le cure dei medici» ed oltre ad «opporsi fisicamente al tentativo degli operatori sanitari di suturargli la ferita», avrebbe anche «danneggiato la porta dell’ambulatorio». Oltre a tutto questo, il cittadino veronese di 43 anni è stato anche «sanzionato amministrativamente poiché privo di mascherina».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite furibonda in via Cristofoli a Verona, uno dei feriti rifiuta le cure in ospedale e danneggia l'ambulatorio

VeronaSera è in caricamento